Archivi della categoria: Rubriche

Ho fame, mangio un neurone

Un altro piccolo tassello aggiunto alla comprensione dello stimolo della fame ed i processi fisiologici ad esso correlati. A differenza degli altri neuroni quelli dell’ipotalamo non sono resistenti ai processi di autofagia che si innescano quando l’organismo assume pochi alimenti. Quando non mangiamo, infatti, la fame induce alcuni neuroni del cervello ad iniziare a divorare pezzi di se stessi: tale meccanismo di autofagia costituisce un … Continua a leggere Ho fame, mangio un neurone »

Bentornata ora solare!

Tra Sabato 29 Ottobre e Domenica 30 le lancette degli orologi si sono spostate un’ora indietro: al posto dell’ora legale è entrata in uso quella solare che sarà in vigore fino al prossimo 25 Marzo. Non in tutto il mondo però l’ora solare tornerà in vigore dal 30 Ottobre: negli Stati Uniti, per esempio, il cambio dell’ora avverrà una settimana più tardi, il 6 Novembre. … Continua a leggere Bentornata ora solare! »

Zuppa di castagne e funghi porcini

La zuppa che vi proponiamo è tipica di questo periodo e unisce due dei migliori prodotti del nostro territorio: le castagne ed i funghi porcini. In questo periodo è molto facile reperire entrambi. E lo sapevate che essendo ricche di minerali le castagne sono particolarmente indicate per chi soffre di stanchezza cronica, per chi deve riprendere le forze dopo l’influenza e per bambini ed anziani? … Continua a leggere Zuppa di castagne e funghi porcini »

Una città di luci ed ombre, la New York di Paul Auster

Una città di specchi, un sole che inonda di luce ogni angolo della Grande Mela. Una città che non dorme mai, fatta di frenetico modernismo, di un’energia inesauribile, un crogiuolo di popoli e razze che senza storie comuni hanno saputo crearne una loro. È così che nel nostro immaginario si delinea il folto bosco di grattaceli che popolano la New York contemporanea. Ma cosa c’è … Continua a leggere Una città di luci ed ombre, la New York di Paul Auster »

Superman vs Super…Coli

Sempre più di frequente ormai sentiamo di epidemie batteriche che scoppiano in modo molto violento e mietono diverse vittime prima che l’uomo riesca a fronteggiarle, come accaduto mesi fa in Germania con un ceppo di E. Coli. Una delle principali cause di questi focolai sono i batteri antibiotico resistenti, la risposta della natura al vano tentativo di creare un superuomo immune da qulunque attacco batterico. … Continua a leggere Superman vs Super…Coli »

L’anticorpo anti-tutto!

Ormai l’Estate è giunta al termine e ci si avvia verso l’ultima parte dell’anno, quella caratterizzata dall’influenza stagionale. I ricercatori sono ancora lontani dal risolvere una volta per tutte questa patologia “a cadenza annuale”, ma una interessante scoperta è stata fatta a riguardo. Alcuni vaccini sono efficaci per una vita intera, altri richiedono periodici richiami, altri ancora, come quello dell’influenza, durano un anno appena poiché … Continua a leggere L’anticorpo anti-tutto! »

La “macchina” immunitaria

Il Nobel per la Medicina 2011 è andato all’americano Bruce Beutler, il lussemburghese Jules Hoffmann ed il canadese Ralph Steinman, premiati per il contributo rivoluzionario dato alla comprensione del sistema immunitario nella sua totalità. Le reazioni dell’organismo nei confronti di un attacco patogeno si dividono in due fasi. L’immunità naturale, o innata, è caratterizzata da precocità, poichè è la prima linea di difesa dell’organismo ed … Continua a leggere La “macchina” immunitaria »

La morte nera

Da terribile pandemia a prezioso aiuto per la scienza. «Le campane non suonavano più e nessuno piangeva. L’unica cosa che si faceva era aspettare la morte, chi, ormai pazzo, guardando fisso nel vuoto, chi sgranando il rosario, altri abbandonandosi ai vizi peggiori. Molti dicevano: “È la fine del mondo!”». Queste poche righe sono tratte dalle annotazioni di un cronista svedese che descrisse ciò che si … Continua a leggere La morte nera »

Vira, virales, virii

I virus sono entità biologiche con caratteristiche di parassita obbligato, la cui natura di organismo vivente o struttura subcellulare è discussa, così come la trattazione tassonomica. Per tale ragione sono considerati l’anello di congiunzione tra composto chimico e organismo vivente. In pratica, nonostante siano presenti sulla terra da miliardi di anni e vengano studiati da scienziati di tutto il mondo, i virus rappresentano per noi … Continua a leggere Vira, virales, virii »

Farfalle all’astice con profumo d’agrumi

Il primo piatto che proponiamo questa settimana è molto elegante, adatto ad un pranzo o a una cena importante. L’ingrediente principale è l’astice: è un alimento molto pregiato e, anche a causa dell’impossibilità di allevarlo, molto costoso. Essendo molto delicato, viene venduto prevalentemente vivo ma, in alternativa, lo si può acquistare surgelato. Ricco poi di fosforo, sodio, potassio, nonché di vitamina A, è ben digeribile … Continua a leggere Farfalle all’astice con profumo d’agrumi »

Torta soffice di Fichi settembrini

Ci siamo, anche metereologicamente è arrivato l’autunno e con esso tanti prodotti di stagione: oggi vi propongo una deliziosa torta ai fichi settembrini. I fichi, si sa hanno un alto contenuto calorico e sono sconsigliati nelle diete. Tuttavia contengono calcio, potassio, ferro, sodio e dal fosforo, mentre, le vitamine, sono rappresentate dalla provitamina A, B6, C e la PP. E’ grazie alla presenza di queste … Continua a leggere Torta soffice di Fichi settembrini »

Mercoledì 21 settembre: XVIII giornata mondiale dell’Alzheimer

Nel 1906 lo psichiatra e neuropatologo tedesco Alois Alzheimer descrisse per la prima volta quella che oggi è conosciuta come la forma più comune di demenza degenerativa invalidante ad esordio prevalentemente senile: il morbo di Alzheimer. La sua ampia e crescente diffusione nella popolazione, la limitata e comunque non risolutiva efficacia delle terapie disponibili e gli enormi impatti in termini di risorse umane ed economiche … Continua a leggere Mercoledì 21 settembre: XVIII giornata mondiale dell’Alzheimer »

Quella magica zolletta di zucchero

Il 26 agosto del 1906 nacque Albert Bruce Sabin, medico e virologo polacco naturalizzato statunitense. E fu così che milioni di bambini vissero. Sabin cominciò gli studi alla facoltà di odontoiatria poichè un ricco parente si offrì di pagare l’università al promettente ragazzo, per poi prenderlo a lavorare nel proprio studio. Un giorno però, Sabin lesse un libro, “I cacciatori di microbi” e ne rimase … Continua a leggere Quella magica zolletta di zucchero »

29. Sollicitudo Rei Socialis: L’esercizio della solidarietà

«(…) il processo dello sviluppo e della liberazione si concreta in esercizio di solidarietà, ossia di amore e servizio al prossimo, particolarmente ai più poveri» Ad una lettura veloce e superficiale dei documenti del magistero della Chiesa, corrisponde spesso l’impressione che i contenuti in esso presentati siano sempre uguali, ridondanti e ripetuti, quasi non proponessero nulla di nuovo e interessante, come un’eco che continua a … Continua a leggere 29. Sollicitudo Rei Socialis: L’esercizio della solidarietà »

28. Sollicitudo Rei Socialis: La Chiesa, esperta di umanità

«La Chiesa, esperta di umanità, indica nella Dottrina Sociale lo strumento per guidare uno sviluppo che esprima l’amore preferenziale per i poveri» Nell’articolo odierno una questione permane dietro le quinte e funge da quadro di riferimento per gli approfondimenti proposti. Si tratta del ruolo della Chiesa nel rapporto con il mondo, ciò che S. Agostino definirebbe rapporto tra la città di Dio e quello dell’uomo. … Continua a leggere 28. Sollicitudo Rei Socialis: La Chiesa, esperta di umanità »

27. Sollicitudo Rei Socialis: Dimensione morale dello sviluppo e strutture di peccato

Il rapporto tra progresso e dimensione morale, appena accennato nel precedente articolo, verrà qui ripreso e sviluppato tenendo conto delle indicazioni che emergono dall’Enciclica di papa Giovanni Paolo II “Sollecitudo rei socialis” del 1987. In questo importante documento, uno degli aspetti centrali che riguarda tale rapporto, investe in modo drammatico la qualità della vita che i governi determinano con le scelte che attuano in riferimento … Continua a leggere 27. Sollicitudo Rei Socialis: Dimensione morale dello sviluppo e strutture di peccato »

26. Sollicitudo Rei Socialis: Una lettura teologica dei problemi moderni nell’enciclica

Prosegue il nostro appuntamento con la Dottrina sociale della Chiesa, senza pretese di completezza ma con l’intento di fornire qualche spunto di riflessione, continua quindi con questo articolo l’analisi dell’Enciclica “Sollicitudo rei socialis” del venerabile papa Giovanni Paolo II. Dopo aver spiegato la novità dell’Enciclica, a partire dalla valorizzazione dei precedenti documenti del magistero, il papa tratta il tema dell’autentico sviluppo umano, oggetto dell’ultimo articolo, … Continua a leggere 26. Sollicitudo Rei Socialis: Una lettura teologica dei problemi moderni nell’enciclica »

25. Sollicitudo Rei Socialis: L’autentico sviluppo umano in una società dei consumi e dei “rifiuti”

La categoria di riferimento e trasversale alle considerazioni che ritroviamo nell’Enciclica è quella riferita al concetto di sviluppo umano. Immediatamente essa solleva una provocatoria riflessione: quando lo sviluppo umano può essere definito autentico? Giovanni Paolo II sottolinea la questione dedicandogli un’intera sezione. In essa si mette in discussione un’idea di sviluppo che con facilità si è venuta a diffondere nella cultura occidentale, soprattutto all’indomani della … Continua a leggere 25. Sollicitudo Rei Socialis: L’autentico sviluppo umano in una società dei consumi e dei “rifiuti” »

24. Sollicitudo Rei Socialis: I presupposti che aprono alle riflessioni nel documento

«In un mondo diverso, dominato dalla sollecitudine per il bene comune di tutta l’umanità, ossia dalla preoccupazione per lo «sviluppo spirituale e umano di tutti», anziché dalla ricerca del profitto particolare, la pace sarebbe possibile come frutto di una “giustizia più perfetta tra gli uomini”» L’Enciclica “Sollecitudo Rei Socialis” è stata pubblicata il 30 dicembre 1987 a vent’anni dalla Populorum Progressio di papa Paolo VI. … Continua a leggere 24. Sollicitudo Rei Socialis: I presupposti che aprono alle riflessioni nel documento »

23. Laborem Exercens: Il lavoro nell’insegnamento della Chiesa / 3

«Il sudore e la fatica, che il lavoro necessariamente comporta nella condizione presente dell’umanità, offrono al cristiano e ad ogni uomo, che è chiamato a seguire Cristo, la possibilità di partecipare nell’amore all’opera che il Cristo è venuto a compiere»  Vivere il lavoro come un’occasione tramite la quale avvicinarsi a Dio. Questo il messaggio finale che papa Giovanni Paolo II, nell’ultima parte dell’Enciclica “Laborem Exercens”, … Continua a leggere 23. Laborem Exercens: Il lavoro nell’insegnamento della Chiesa / 3 »

22. Laborem Exercens: Il lavoro nell’insegnamento della Chiesa / 2

Il lavoro è una priorità che provoca il senso stesso della Pace sociale a cui tutta l’umanità tende Il tema del lavoro, della disoccupazione e della pace sociale, emergono chiaramente dalla riflessione che sviluppa il venerabile papa Giovanni Palo II nell’Enciclica che stiamo trattando. La preoccupazione per la realizzazione della pace trova un convincente tema di approfondimento nel lavoro. Infatti nell’Enciclica si ribadisce che il … Continua a leggere 22. Laborem Exercens: Il lavoro nell’insegnamento della Chiesa / 2 »

21. Laborem Exercens: Il lavoro nell’insegnamento della Chiesa / 1

Il limite delle visioni materialiste e economiste: riconoscere il primato dell’uomo sulle cose implica il primato dell’uomo sul lavoro Il senso della disponibilità delle risorse del Creato che il Signore consegna all’uomo, tenendo conto del testo della Genesi, ha un’unica interpretazione che il venerabile papa Giovanni Paolo II ribadisce nell’Enciclica oggetto dei nostri approfondimenti: “(…) non possono servire all’uomo se non mediante il lavoro”. Un’affermazione … Continua a leggere 21. Laborem Exercens: Il lavoro nell’insegnamento della Chiesa / 1 »

20. Laborem Exercens: L’obbligo morale insito nell’attività lavorativa legato al futuro dell’umanità

La riflessione sui diritti dell’uomo inscritti nella sua realtà naturale è iniziato qualche millennio or sono anche se in epoca moderna si è tradotto in una ricchissima riflessione filosofica e economica che ancora oggi si rileva feconda e ricchissima di provocazioni e stimoli. Papa Giovanni Paolo II, nell’Enciclica Laborem Exercens, sottolinea che il rispetto proprio “per questo vasto insieme di diritti dell’uomo costituisce la condizione … Continua a leggere 20. Laborem Exercens: L’obbligo morale insito nell’attività lavorativa legato al futuro dell’umanità »

19. Laborem Exercens: Art. n. 20: L’uomo soggetto del lavoro

Il rapporto tra lavoro e dignità dell’uomo è uno dei temi più delicati che animano il dibattito che da secoli vede contrapposte le logiche economiche e materialistiche e quelle personalistiche e finalistiche. Papa Giovanni Paolo II, nell’importantissima Enciclica che stiamo trattando, affronta la questione sottolineandone lo specifico valore morale. L’attività lavorativa trova la sua ragion d’essere fin dalla Genesi dove l’uomo è chiamato a corrispondere … Continua a leggere 19. Laborem Exercens: Art. n. 20: L’uomo soggetto del lavoro »

18. Laborem Exercens: Art. n. 19: Il lavoro e l’uomo

Il sudore e la fatica, che il lavoro necessariamente comporta nella condizione presente dell’umanità, offrono al cristiano e ad ogni uomo che è chiamato a seguire Cristo, la possibilità di partecipare nell’amore all’opera che il Cristo è venuto a compiere. (cf. Gv 17,4). Nell’importante Enciclica di cui abbiamo iniziato a parlare nel numero precedente, il grande Pontefice, dopo una consiste introduzione, delinea con chiarezza il … Continua a leggere 18. Laborem Exercens: Art. n. 19: Il lavoro e l’uomo »

17. Laborem Exercens: introduzione e quadro storico di riferimento

L’intuizione del Giovanni Paolo II:  il lavoro come questione sociale non solo come questione operaia L’importante Enciclica che con questo articolo iniziamo a proporre ai lettori, è stata segnata in qualche modo dal sangue e dalla sofferenza. Doveva essere, infatti, pubblicata il 15 maggio del 1981 ma proprio due giorni prima il venerabile papa Giovanni Paolo II veniva purtroppo ferito, come tutti sappiamo, dal colpo di … Continua a leggere 17. Laborem Exercens: introduzione e quadro storico di riferimento »

16. Octogesima Adveniens: Bisogna avere il coraggio di mettere in discussione i modelli di crescita delle nazioni ricche

«I Cristiani di fronte ai nuovi problemi» è il titolo della parte che precede l’invito del papa all’azione dei cristiani. È una sezione che sottolinea evidentemente l’importanza della riflessione e dell’approfondimento prima dell’agire e della decisione: riflessione e azione, due facce della stessa medaglia che risultano inscindibili. L’uomo non è abbandonato a se stesso nell’agire nel mondo e quindi in società perché, ricorda papa Paolo … Continua a leggere 16. Octogesima Adveniens: Bisogna avere il coraggio di mettere in discussione i modelli di crescita delle nazioni ricche »

15. Octogesima Adveniens: I limiti delle utopie politiche di fronte alla convivenza tra giustizia e uguaglianza

Il cristiano è abitato da una forza che lo aiuta e lo spinge a superare ogni sistema e ogni ideologia, a vedere nel socialismo burocratico, nel capitalismo tecnocratico e nella democrazia autoritaria sistemi che presuntuosamente affrontano la sfida della convivenza tra giustizia e uguaglianza ma che devono cedere il passo alla deriva materialista, all’egoismo e alla violenza che li accompagnano. Per non parlare delle utopie … Continua a leggere 15. Octogesima Adveniens: I limiti delle utopie politiche di fronte alla convivenza tra giustizia e uguaglianza »

14. Octogesima Adveniens: Aspirazione all’uguaglianza e alla partecipazione. Le due forme di dignità e libertà dell’uomo

Terzo appuntamento relativo alla “Octogesima Adveniens” di papa Paolo VI. Ciò che sorprende, ma forse non più di tanto, è il fatto che più ci si addentra nella lettura del documento che stiamo approfondendo, più si ritrovano indicazioni che possono essere tranquillamente attualizzate. Se infatti non fossimo consapevoli della datazione dello scritto, diverse e consistenti parti dello stesso potrebbero essere scambiate per indicazioni recentissime del … Continua a leggere 14. Octogesima Adveniens: Aspirazione all’uguaglianza e alla partecipazione. Le due forme di dignità e libertà dell’uomo »