Archivi della categoria: Cinema

Alla ricerca di equilibrio

In “Giovani si diventa” di Noah Baumbach la confusione dei nostri tempi Anche se il paragone con Woody Allen sembra eccessivo o quantomeno affrettato, il giovane newyorkese Noah Baumbach è uno dei registi contemporanei da tenere d’occhio. Nato a Brooklyn, Baumbach è, infatti, da dieci anni uno degli autori più stimati nel panorama dell’industria indipendente americana, capace di compensare budget assai ridotti grazie a copioni … Continua a leggere Alla ricerca di equilibrio »

Teneramente folle

La pellicola della regista americana Maya Forbes porta in sala la malattia mentale Ė sempre difficile raccontare la malattia mentale al cinema. Si rischia di diventare troppo lacrimevoli o troppo educativi, troppo forzati o troppo poco realistici. I film migliori su questo tema sono quelli che sono stati in grado di legarlo ad un’altra tematica: quella dell’affetto dei familiari che vivono insieme a chi soffre … Continua a leggere Teneramente folle »

Ritorna il western

“The Salvation” è un gioco stilistico di riscrittura ben fatto ma fine a se stesso 1870, profondo West: l’immigrato danese Jon attende da anni di portare il figlio e la moglie negli Stati Uniti. Finalmente la famiglia si ricongiunge. Ma l’idillio dura poco. Due balordi uccidono, davanti ai suoi occhi, la donna e il bambino. Jon si vendica immediatamente. Ma non sa che gli uomini … Continua a leggere Ritorna il western »

Christopher Lee, l’attore che non voleva essere un vampiro

Reso famoso da due personaggi spiazzanti come il vampiro e la mummia, ha interpretato 280 film, ma non ha mai ottenuto una nomination all’Oscar. Nel suo corpo british scorreva sangue italiano, quello della mamma, Estelle Marie Carandini, che apparteneva ad una delle più importanti famiglie nobili della penisola, quella dei marchesi di Sarzano. Il vampiro se ne è andato a 93 anni. E con lui … Continua a leggere Christopher Lee, l’attore che non voleva essere un vampiro »

La giovinezza e la verità

Dopo l’Oscar, Sorrentino conferma lo stile de “La Grande Bellezza”. “Youth. La Giovinezza”, presentato al Festival di Cannes, ha infatti la stessa struttura del film precedente, con le storie principali punteggiate da episodi minori. Un affresco. A cambiare radicalmente è l’ambientazione. Maestose montagne svizzere, un centro benessere di lusso e la sua eterogenea clientela. Ma oltre alle stranezze calcolate, firma del regista, ci sono mille … Continua a leggere La giovinezza e la verità »

Un road-movie sugli adolescenti

“Mi chiamo Maya”, opera prima di Tommaso Agnese, racconta la realtà adolescenziale metropolitana Raccontare il mondo degli adolescenti, seguendo il loro punto di vista, nel modo più veritiero possibile. Questo il soggetto dell’opera prima di Tommaso Agnese, “Mi chiamo Maya”. Il film nasce dal lavoro documentario del giovane autore romano che, in collaborazione con alcune Asl della capitale, ha condotto una ricerca sulla realtà adolescenziale … Continua a leggere Un road-movie sugli adolescenti »

Nicolas va in vacanza

Ottima sceneggiatura e ricostruzione ambientale senza sbavature Finalmente la scuola è finita e il piccolo Nicolas può partire per le vacanze con i genitori, alla ricerca di nuove avventure. Farà nuove amicizie, scoprirà nuovi amori e assisterà ai litigi e alle riappacificazioni dei più grandi. Tornano al cinema le divertenti peripezie di Nicolas e della sua famiglia, ispirate a una serie di fumetti di successo. … Continua a leggere Nicolas va in vacanza »

La famiglia torna protagonista

Il film francese “La famiglia Belier” regala sorrisi ed emozioni in quantità Il cinema ha sempre raccontato la famiglia, ora per metterne in evidenza la centralità e la positività, ora per accusarla come istituzione repressiva che va abbattuta. In questo senso, “I pugni in tasca” di Marco Bellocchio del 1966 rimane un perfetto esempio: la storia di una famiglia che vive isolata in un casale … Continua a leggere La famiglia torna protagonista »

Sguardo di donna sulla ‘ndrangheta

È quello di Valeria Solarino, magistrato in Calabria, in “La terra dei santi” Valeria Solarino interpreta, nel nuovo film “La terra dei santi”, un magistrato coraggioso che in Calabria combatte la guerra alla ‘ndrangheta. Tanti sono i film realizzati sull’argomento criminale (sia per il cinema che per la televisione), ma erano per lo più incentrati sulla mafia e sulla camorra (per esempio “Gomorra”, film e … Continua a leggere Sguardo di donna sulla ‘ndrangheta »

Commedia generazionale

“Fino a qui tutto bene”, diretto da Roan Johnson, sui giovani universitari Cinque ragazzi stanno per lasciare l’appartamento che hanno condiviso durante gli anni universitari. Un luogo che è stato palcoscenico di gioie, drammi, amori e litigi. Il tempo spensierato della giovinezza è passato e ora bisogna affrontare il mondo esterno e la vita da adulti. “Fino a qui tutto bene”, film diretto da Roan … Continua a leggere Commedia generazionale »

La battaglia legale di nonno Costner

In “Black and White”, il conflitto per l’affidamento della nipote mulatta Kevin Costner torna al cinema in una veste inedita. Lo sguardo magnetico e gli occhi azzurri sono gli stessi, ma sono passati gli anni da sex symbol e arrivano quelli della maturità. In “Black and white” Costner è un nonno che inizia una battaglia legale per ottenere l’affidamento della sua nipotina mulatta. Una guerra … Continua a leggere La battaglia legale di nonno Costner »

Il ritorno di Silvio Muccino

Con “Le leggi del desiderio” strizza l’occhio alla commedia americana Silvio Muccino torna dopo cinque anni al cinema con “Le leggi del desiderio”, film di cui è sceneggiatore, regista e interprete. Una lunga assenza dagli schermi, in cui il giovane fratello del più famoso Gabriele, ha cercato se stesso, isolandosi da tutto e tutti. Silvio ha iniziato a recitare, infatti, a soli 17 anni nel … Continua a leggere Il ritorno di Silvio Muccino »

La nevrosi di “Birdman”

Prova d’autore del regista messicano Alejandro Gonzales Inarritu Il cinema americano, fin dalla sua nascita, è stato sempre aperto all’apporto di registi provenienti da altre nazioni. Basti dire che la grande Hollywood, quella che all’incirca va dagli anni Trenta con l’introduzione del sonoro fino agli anni Cinquanta, si è servita dello sguardo di tantissimi autori europei. Si potrebbe azzardare, addirittura, che sono stati propri questi … Continua a leggere La nevrosi di “Birdman” »

In “Selma” la forza del nero

Un film liberante che restituisce per intero la figura di Martin Luther King A cinquant’anni di distanza, il cinema celebra sullo schermo la famosa marcia che portò migliaia di americani, neri e bianchi, dalla cittadina di Selma, in Alabama, fino alla capitale dello stato, Montgomery. Era il 1965, il sud degli Stati Uniti era ancora fortemente razzista, nonostante i passi avanti nella lotta per i … Continua a leggere In “Selma” la forza del nero »

La rivincita delle storie vere

Il caso de “La teoria del tutto” che narra la vita del fisico Stephen Hawking Se guardiamo alle pellicole presenti nei cinema italiani in questi giorni salta subito agli occhi una caratteristica: la maggior parte sono tratte da storie vere. “American sniper” di Clint Eastwood racconta la storia del cecchino più letale dell’esercito americano; “Big eys” di Tim Burton la vita della celebre coppia di … Continua a leggere La rivincita delle storie vere »

La cicatrice australiana

Russel Crowe, interprete e regista di “The water diviner”, pagina di storia A cinquant’anni, il premio Oscar Russel Crowe si regala un film in cui non è soltanto interprete, ma anche regista. “The water diviner” (il titolo si riferisce ad una caratteristica che appartiene al personaggio interpretato da Crowe: è un rabdomante, cioè riesce a scovare pozzi d’acqua nel deserto) è la storia epica e … Continua a leggere La cicatrice australiana »

Il monoteismo è violento. La versione di “Exodus”

Nel 2005 Ridley Scott aveva girato “Crociate” (molto negativo nei confronti dei cristiani) e aveva già dimostrato quanto la sua regia fosse poco compatibile con i temi religiosi. Questa pellicola, in qualche modo lo conferma. Altra benzina sul fuoco dell’islamismo violento. Esce nel momento sbagliato il nuovo film di Ridley Scott, “Exodus”. Si tratta di una rilettura, in chiave hollywoodiana, del racconto biblico della fuga … Continua a leggere Il monoteismo è violento. La versione di “Exodus” »

Il lato romantico di Woody Allen

Emerge in “Magic in the Moonlight”. Tutta colpa della Francia? “Il mondo può anche essere del tutto privo di scopo, ma non del tutto privo di magia”. Questa è una delle tante battute che costellano il nuovo film di Woody Allen, “Magic in the Moonlight”. E dal tono piuttosto ottimistico della frase viene da chiedersi se, col passare degli anni, il nichilismo e il pessimismo … Continua a leggere Il lato romantico di Woody Allen »

L’ultimo Hobbit

Riaffiora l’universo di Tolkien, forte di una profonda morale cristiana, ma… Torna per l’ultima volta sullo schermo il piccolo Hobbit Bilbo Baggins, protagonista del famoso romanzo di Tolkien ed eroe della trilogia, naturalmente tratta dal libro, realizzata da Peter Jackson. E ritorna all’interno di una pellicola altamente spettacolare: una lunga ed infuocata battaglia, con pochi momenti di pausa, che dura le due ore e mezzo … Continua a leggere L’ultimo Hobbit »

Le vie della famiglia

Due film italiani (modello commedia) interessanti: “Ambo” e “Mio papà” Due film italiani, piccoli ma interessanti, raccontano un tema comune: la famiglia, la sua importanza nella società odierna, la difficoltà a mantenerla stabile in un periodo in cui riceve attacchi su ogni fronte, il ruolo dei genitori e soprattutto della figura paterna che spesso oggi viene messa in ombra. Due pellicole, dunque, che affrontano una … Continua a leggere Le vie della famiglia »

Il silenzio della trincea

Ermanno Olmi lo ripropone nel suo film meditativo: “Torneranno i prati” Spesso il cinema sa parlare anche senza utilizzare parole. Solo il grande cinema, bisogna aggiungere, lo sa fare. Lo sapevano bene i registi al tempo dell’epoca del muto quando, per la prima volta, si affacciò l’invenzione del sonoro: grandi autori come Charlie Chaplin o Eric Von Stroehim erano totalmente contrari alla nuova tecnologia, affermando … Continua a leggere Il silenzio della trincea »

Tra lavoro e depressione

I fratelli Dardenne convincenti con “Due giorni, una notte”. Bravissima Marion Cotillard. Quanto è difficile raccontare la realtà attraverso una storia di finzione, cercando di essere i più veri possibile, ma senza annoiare gli spettatori? Lo sanno bene i due fratelli belgi Luc e Jean-Pierre Dardenne che, ormai da vent’anni, portano avanti un cinema scarno, essenziale, realistico, quasi documentaristico, che sfiora spesso il rischio di … Continua a leggere Tra lavoro e depressione »

“Boyhood” è un film “mondo”

Una istantanea sugli Usa e un affresco sull’essere ragazzi americani oggi. Siamo abituati a vedere al cinema storie che abbracciano un periodo di tempo anche molto lungo: 10, 20 o anche più di 30 anni di vita di un protagonista e delle vicende che lo riguardano. Basti pensare ad un film come “Forrest Gump” di Robert Zemeckis che addirittura ci narra 50 anni dell’esistenza del … Continua a leggere “Boyhood” è un film “mondo” »

La fantascienza si fa commedia

È il caso riuscito de “I guardiani della galassia”. Divertimento assicurato Arriva in Italia, dopo aver sbancato i botteghini americani, il nuovo film di fantascienza I guardiani della galassia, tratto da un fumetto di culto negli Stati Uniti e prodotto dalla Marvel Studios con la distribuzione della Disney. Un’accoppiata ormai vincente, visti i successi sempre più eclatanti dei film tratti dai fumetti e legati ad … Continua a leggere La fantascienza si fa commedia »

Il Leopardi di Martone lontano dagli stereotipi

Il film ha il grande pregio di non aver generalizzato e svilito il complesso pensiero del poeta, riportandolo alle sue coordinate storiche, culturali e private, senza ingabbiarlo in stereotipi superficiali. Non è Pasolini la figura più prossima a questo Leopardi, come da più parti è stato affermato, sebbene il senese Federigo Tozzi, vissuto cento anni dopo. A Mario Martone, con “Il giovane favoloso”, è riuscita … Continua a leggere Il Leopardi di Martone lontano dagli stereotipi »

Il ritorno del lieto fine

“Tutto può cambiare” di John Carney: una miscela di musica e sentimenti Quando il cinema non aveva ancora le velleità autoriali che, col tempo, sono diventate più una croce che una delizia per il linguaggio della settima arte, la preoccupazione maggiore dei cineasti era quella di realizzare film che potessero piacere al pubblico. Pellicole perfettamente narrate, dai meccanismi ad orologeria, recitate da grandi attori e … Continua a leggere Il ritorno del lieto fine »

L’ultima eroina di Luc Besson

Con “Lucy” un viaggio adrenalitico ai confini delle moderne neuroscienze Luc Besson è uno dei pochi registi europei ad essere stato in grado di realizzare film d’azione spettacolari capaci di eguagliare e a volte superare le pellicole americane. È riuscito, perciò, a dirigere opere di genere di grande successo che non hanno niente da invidiare ad Hollywood e alle sue produzioni pluri-miliardarie. Anzi, Besson ha … Continua a leggere L’ultima eroina di Luc Besson »

La guerra è stupida

È il messaggio di “Le due vie del destino”, con Colin Firth e Nicole Kidman Durante la seconda guerra mondiale, Eric Lomax è un ufficiale britannico addetto ai segnali e appassionato di ferrovie che viene catturato insieme ad altre migliaia di giovani soldati dai giapponesi che hanno invaso Singapore e mandato in un campo di prigionia dove è costretto a lavorare sulla famigerata Ferrovia della … Continua a leggere La guerra è stupida »

Troppi intellettuali tristi

Vedi lo sguardo di certo cinema italiano, mentre il Paese prova a reagire C’è un’Italia che aspira all’Oscar. C’è poi un’Italia che l’Oscar lo ha già vinto. Alla prossima edizione degli Academy Award a Hollywood, per il nostro paese è stato candidato “Il capitale umano” di Paolo Virzì con Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino, Fabrizio Gifuni e Luigi Lo Cascio. Si tratta di … Continua a leggere Troppi intellettuali tristi »

Genitori con le spalle al muro

Nel film “I nostri ragazzi”, alle prese con figli che commettono crimini Due fratelli dai caratteri opposti (uno chirurgo pediatrico e l’altro avvocato) si incontrano a cena ogni mese in un ristorante di lusso con le reciproche mogli, che si detestano senza nasconderlo troppo. Il pediatra ha un figlio, Michele, e l’avvocato una figlia, Benedetta, nata da un precedente matrimonio. I due adolescenti si frequentano … Continua a leggere Genitori con le spalle al muro »