Archivi della categoria: Chiesa Locale

Un nuovo inizio

Il Vescovo: «Gli snodi del nostro cammino non devono farci rallentare o ridurre l’attività, semmai devono incrementare i nostri sforzi fino all’ultimo istante». Si è tenuto il 9 settembre in Cattedrale l’avvio del nuovo anno pastorale della Diocesi di Rieti. «Ci vedrà impegnati – ha spiegato il vescovo Delio Lucarelli durante l’omelia – almeno su due principali fronti: quello della catechesi e quello della famiglia». Famiglia … Continua a leggere Un nuovo inizio »

Il valore della preghiera

Qualcuno penserà che la preghiera è una perdita di tempo o un passatempo da “vecchietti”; la preghiera di richiesta, di ascolto, di ringraziamento, ci aiuta a vedere le cose in modo diverso, ci forma, ci cambia. Chi prega ha – o dovrebbe avere – relazioni sociali e interpersonali migliori, dovrebbe vedere le cose da una finestra più grande; con la preghiera si acquista una saggezza … Continua a leggere Il valore della preghiera »

Canto per la mia Chiesa: a S. Domenico uno stage di coralità

Vogliamo aprire l’anno di attività 2014-2015 organizzando uno stage di coralità. Il Comitato S. Domenico (ONLUS) — che ha recuperato la Chiesa di S. Domenico (1999), ha consentito il finanziamento e la costruzione del Pontificio Organo Dom Bedos-Roubo Benedetto XVI (2008) e ha allacciato con l’Ufficio Liturgico diocesano un collegamento fra l’Istituto di Musica Sacra di Rieti (ISMUS) e il Pontificio Istituto di Musica Sacra … Continua a leggere Canto per la mia Chiesa: a S. Domenico uno stage di coralità »

Festa a Ponte per il… duecentocinquantesimo!

Nel mese di agosto, in Ponte Alto, paesino della Parrocchia di Canetra, ha avuto luogo una celebrazione eucaristica presieduta dal Vicario Generale della Diocesi di Rieti mons. Jaroslaw ( don Jarek) in occasione della scoperta di una iscrizione presente sul portale in pietra di una delle case del rione, che farebbe risalire la costruzione dell’abitato a duecentocinquanta anni fa. Gli abitanti del rione, sia residenti abitualmente, sia … Continua a leggere Festa a Ponte per il… duecentocinquantesimo! »

Lo studio medico dei poveri

Domenica 14 settembre, attorno alle 18:30, durante i festeggiamenti della Madonna Addolorata, il Vescovo benedirà il piccolo studio medico della Carità e i Volontari (medici ed infermieri) che opereranno al suo interno. Nei giorni di maggiore incertezza attorno al futuro della sanità locale, la Chiesa locale ha espresso una posizione molto chiara a difesa dei diritti dei cittadini. Il direttore dell’Ufficio Diocesano per la Pastorale della … Continua a leggere Lo studio medico dei poveri »

Al tempio del Terminillo l’arte, la fede, la memoria

L’estate montana segnata dalle celebrazioni per i cinquanta anni della dedicazione. Nei vari appuntamenti proposti dalla fraternità monastica il senso di gratitudine nel ricordo di chi tanto ha lavorato per l’insigne opera che celebra la gloria di san Francesco una testimonianza e un impegno che oggi continua. Grati a Dio e ad ogni amico», lo slogan con cui i monaci del Terminillo hanno voluto esprimere i sentimenti di … Continua a leggere Al tempio del Terminillo l’arte, la fede, la memoria »

“Sguardi Diversi”… si replica!

Dopo il successo ottenuto il 31 maggio con la presentazione del libro presso la Biblioteca Comunale Paroniana di Rieti, l’autore reatino Stefano Ciancarelli ritorna mercoledì 10 settembre alle ore 21. Questa volta nella cornice barocca del 1859 della Chiesa di Santa Barbara in Agro (Chiesa nuova) Via Chiesa Nuova Rieti, che dal 1989 è anche Santuario del SS.mo Crocifisso, proprio perché al suo interno è … Continua a leggere “Sguardi Diversi”… si replica! »

Si apre l’anno pastorale

Avvio in diocesi dell’anno pastorale nella ricorrenza liturgica dell’Anniversario della Dedicazione della Cattedrale: martedì 9 settembre appuntamento in Duomo alle 16 per un momento di riflessione sui Lineamenta del Sinodo sulla famiglia e i nuovi orientamenti Cei sulla catechesi. Alle 18 la Messa presieduta dal vescovo. Al termine, indicazioni pastorali da parte del vicario generale e momento conviviale sotto gli archi del vescovado.

Incontrare Gesù, orientamenti alla catechesi

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=CH3PrsCae9o”] Sabato 6 settembre, don Jourdan Pinheiro, delegato regionale del Lazio per la catechesi, su iniziativa dell’Ufficio per l’Evangelizzazione e la Catechesi di Rieti, ha introdotto i catechisti della diocesi a “Incontriamo Gesù”. Il testo, redatto dalla Commissione Episcopale per la dottrina della fede l’annuncio e la catechesi e sancito dal voto della 66a Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana (Roma, 19-22 maggio 2014), … Continua a leggere Incontrare Gesù, orientamenti alla catechesi »

Il male può essere sconfitto

I cataclismi naturali, la violenza, le bassezze di un mondo che sembra impazzito, non sono visti dal cristiano come il trionfo del regno del male che inonda l’umanità. Il male può essere sconfitto, le forze della natura non potranno frenare l’affermarsi del bene e della giustizia, le relazioni umane possono diventare migliori e così la venuta del Figlio dell’uomo non sarà vana, né inutile.

Preghiera per le vocazioni: “open day” a San Fabiano

Riprendono gli incontri di preghiera per le vocazioni sacerdotali e religiose per la Diocesi di Rieti al monastero di San Fabiano. Il prossimo appuntamento è per domenica 7 settembre alle ore 14,30. L’invito è rivolto a tutti coloro che sentono necessaria e urgente la presenza di persone che desiderano donare la propria vita per il bene del prossimo. La nostra chiesa diocesana ne ha molto bisogno. … Continua a leggere Preghiera per le vocazioni: “open day” a San Fabiano »

Un ricordo di don Vincenzo Santori

Mi è abbastanza facile scrivere “qualcosa” su don Vincenzo (il titolo di Monsignore veniva usato da pochi e personalmente lo chiamavo sempre con il “don”): sono stato con lui, a Regina Pacis, per 21 anni, dal 1972 al 1993. Nello stesso tempo mi è difficile scrivere per l’impossibilità di cogliere la sua vita con le parole: o si dice poco o si dice troppo. E … Continua a leggere Un ricordo di don Vincenzo Santori »

Manifestare quella gioia che sgorga dalla vocazione

A volte ci soffermiamo a pensare a quanto tempo passa invano e a quante persone passano oltre, perché noi non siamo stati capaci di suscitare ammirazione e stima, e non siamo stati di esempio per tanti giovani che pure vorrebbero spendersi per la causa del Vangelo. Questo deve essere il nostro cruccio: come possiamo fare per manifestare quella gioia che nasce, anzi che sgorga, dalla nostra … Continua a leggere Manifestare quella gioia che sgorga dalla vocazione »

Non sempre la legge coincide con la morale

Delio Lucarelli

Nel nostro contesto sociale, per troppo tempo, abbiamo affidato la correzione fraterna solo alla sfera giudiziaria, che di per sé non è sufficiente a sostenere una collettività complessa e varia; e questo lo abbiamo assorbito così in profondità da dire che “tutto ciò che non è vietato dalla legge è consentito”, ma la filosofia e la teologia morale ci insegnano che non è così, che … Continua a leggere Non sempre la legge coincide con la morale »

La differenza di una visione religiosa

Croce e mondo

Il Vangelo intreccia due piani: quello sociale, potremmo dire orizzontale, e quello spirituale o verticale; se permettete, questa è la differenza specifica di una visione religiosa. Ciò che noi compiamo non esaurisce la sua portata solo a livello sociale, ma attiene anche al mondo spirituale: se io distolgo il mio fratello dal compiere il male non ho solo un merito terreno, ma conseguo meriti spirituali, … Continua a leggere La differenza di una visione religiosa »

Le possibilità di cedere al male sono molteplici

Il Vangelo smonta un pensiero molto diffuso nel nostro tempo, la distinzione tra vita morale personale e vita pubblica, quasi che il politico e il semplice cittadino possano considerarsi separati: un cittadino disonesto sarà un politico disonesto; un cittadino onesto avrà buone probabilità di essere un politico onesto, ma non sarà scontato, perché le occasioni per scivolare nell’errore non mancano. Se l’onestà è frutto di … Continua a leggere Le possibilità di cedere al male sono molteplici »

A Marcetelli cinque tele in dono da “La Schola”

Sabato 16 agosto si festeggia san Rocco. In Italia, pur non essendo italiano perché nato a Montpellier, san Rocco è uno dei santi più venerati e conosciuti. Ad esempio a Marcetelli, piccolo paese sopra il lago del Salto. Alle sei del pomeriggio la piazza antistante la bella chiesa dedicata a san Rocco è gremita di gente. Un altare è stato allestito davanti al portone. La cerimonia della … Continua a leggere A Marcetelli cinque tele in dono da “La Schola” »

Occorre lavorare per far dilagare il bene

Il male e il bene dilagano non solo con la prassi, ma anche con l’avallo delle teorie che ne vogliono fondare il senso; ma potremmo dire che il male ha, forse, quella dose di fascino in più che lo fa sempre stare un passo avanti al bene. Così, se non siamo più che convinti di dover lavorare per far dilagare il bene, non possiamo neppure pensare … Continua a leggere Occorre lavorare per far dilagare il bene »

A Terminillo una targa ricorda padre Riziero Lanfaloni

In occasione delle celebrazioni per il 50° anniversario della dedicazione del tempio votivo di san Francesco al Terminillo, con una semplice e toccante cerimonia, è stata apposta una targa ricordo nell’edificio di via dei Villini, a suo tempo Albergo Stella Alpina, dove, sin dal 4 giugno 1948 visse per diverso tempo padre Riziero Lanfaloni, parroco del Monte Terminillo, appartenente all’ordine dei frati minori conventuali di … Continua a leggere A Terminillo una targa ricorda padre Riziero Lanfaloni »

Un dono fatto per amore, con amore e per sempre

Dal conflitto può nascere o rinascere l’amore, se si concepisce il proprio stato di vita come dono a Dio e agli altri. Da una piena e gioiosa accettazione di sé e della propria condizione può emergere quella straordinaria testimonianza di vita che rischiara le ombre, illumina il buio che pure può addensarsi all’orizzonte del nostro cuore e della nostra esperienza quotidiana. Allora il pane quotidiano … Continua a leggere Un dono fatto per amore, con amore e per sempre »

Vivere una spiritualità intensa e continuativa

Se sapremo vivere una spiritualità intensa e continuativa, che si nutre ogni giorno di preghiera, comunitaria e personale, di approfondimento spirituale e culturale, attenti alla realtà quotidiana, ma protesi verso una dimensione che ci supera e che ci affascina, allora sentiremo sempre in noi quella spinta forte ad essere sempre di Cristo, uniti a Lui e alla Chiesa.