Archivio Tag: Immigrazione

La storia di Zaid, farmacista siriano fuggito dalla guerra: «Me ne sono andato per non uccidere»

Zaid Ameen, radiologo e farmacista siriano, doveva scegliere se entrare nell’esercito o unirsi ai ribelli. Ha preferito una difficile traversata del Nord Africa, fino allo sbarco sull’isola Lampedusa. Accolto dallo Sprar gestito dalla Caritas diocesana di Rieti, ha imparato la lingua e a poco a poco si è inserito nella comunità fino a trovare lavoro in una farmacia cittadina

Women Take Care: Asl Rieti e cooperativa sociale Il Volo insieme per un Percorso di orientamento alla salute della donna

La Direzione Aziendale della Asl di Rieti, sempre attenta a promuovere buone pratiche di integrazione tra sanitario e sociale, organizza, in collaborazione con la cooperativa sociale Il Volo, che gestisce il progetto Centro di Accoglienza Straordinaria della Prefettura di Rieti, un Percorso di orientamento alla cura e alla salute della donna, rivolto alle richiedenti asilo e rifugiate presenti nel territorio di Rieti e provincia. Il percorso, dal … Continua a leggere Women Take Care: Asl Rieti e cooperativa sociale Il Volo insieme per un Percorso di orientamento alla salute della donna »

Cara di Castelnuovo: un centinaio di famiglie disposte ad accogliere i migranti sgomberati

Gli uffici comunali di Castelnuovo di Porto, in provincia di Roma, sono stati presi d’assalto da centinaia di mail di famiglie di tutta Italia che hanno intenzione di aprire le porte della propria casa agli ospiti del Cara che rischiano di finire in strada per effetto del decreto sicurezza, dopo che il Viminale ha deciso di chiuderlo. Al momento nessuna famiglia ha accolto ma uno … Continua a leggere Cara di Castelnuovo: un centinaio di famiglie disposte ad accogliere i migranti sgomberati »

Migranti, Caritas Europa: «Criminalizzazione solidarietà minaccia nostri valori e mette a rischio democrazia»

«Le persone vanno  sbarcate il prima possibile nel porto più vicino e subito assistite»: lo afferma Leïla Bodeux, di Caritas Europa, invitando i governi europei a trovare un meccanismo stabile, prevedibile e organizzato in previsione dei prossimi sbarchi, per non dover negoziare ogni volta accordi come accaduto di recente per le navi di Sea Watch e Sea Eye.

La geografia delle migrazioni in Italia, Gambino: «Il futuro dipenderà dall’interazione positiva fra nuovi arrivati e autoctoni»

«La Ue accoglie appena il 10% dei rifugiati mondiali, mentre l’86% sono accolti in Paesi cosiddetti in via di sviluppo», spiega Claudio Gambino, docente di geopolitica dell’Università di Enna “Kore”, presentando il Rapporto della Società geografica italiana “Per una geopolitica delle migrazioni. Nuove letture dell’altrove tra noi”.

Attività di pubblica utilità dei richiedenti asilo, sottoscritto un protocollo d’intesa per iniziative d’integrazione

Il Prefetto Giuseppina Reggiani ha firmato, nella mattinata odierna, un protocollo d’intesa per la realizzazione di percorsi d’integrazione mirati all’impiego in attività di pubblica utilità, a titolo volontario e gratuito, dei richiedenti asilo ospiti della Cooperativa Sociale Clarissa nel territorio del Comune di Poggio Nativo.

Nave Diciotti, don Maffeis: «la nostra è una risposta di supplenza». Generosità spontanea da tante diocesi

La disponibilità della Chiesa italiana, dell’Irlanda e dell’Albania ha sbloccato la situazione di stallo della nave Diciotti, ferma al porto di Catania per una settimana per volontà del Viminale. Don Ivan Maffeis, sottosegretario della Cei e direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali, spiega come si svolgerà l’accoglienza della Chiesa italiana.

Migranti e integrazione: Comuni e Comunità Montana firmano l’intesa per l’impego in attività di pubblica utilità

Firmati in Prefettura tre protocolli d’intesa per la realizzazione di percorsi d’integrazione mirati all’impiego dei richiedenti asilo, a titolo gratuito, in attività di pubblica utilità nei territori dei Comuni di Poggio Bustone e Frasso Sabino, e in alcuni dei Comuni compresi nella V Comunità Montana Montepiano Reatino

Le mezze verità sull’accoglienza dei migranti

Non è più questione di numeri, semplicemente non c’è più spazio per la compassione. Tutta questa faccenda dei migranti va rimossa il prima possibile e il modo migliore per farlo è il silenzio. Un silenzio colpevole che nasconde delle convinzioni sempre più radicate nella testa della gente. Sono certezze che ruotano intorno a due, massimo tre concetti, venduti da un caparbio imbonitore che promette un paese finalmente affrancato dalla responsabilità di salvare vite umane e dal peso dell’accoglienza.