Author: Alberto Campoleoni

Scuola

Medie da ripensare

Il progetto stesso della scuola media deve fare i conti con il cambiamento profondo dei ragazzi di oggi, di una preadolescenza che diventa adolescenza di colpo e quasi senza pausa

Il progetto stesso della scuola media deve fare i conti con il cambiamento profondo dei ragazzi di oggi, di una preadolescenza che diventa adolescenza di colpo e quasi senza pausa

Scuola

Aule pericolanti

Perché ogni anno dobbiamo trovarci di fronte a “bollettini di guerra” che mostrano carenze strutturali e organizzative di un sistema scolastico che invece si vorrebbe sempre più sicuro e performante?

Perché ogni anno dobbiamo trovarci di fronte a “bollettini di guerra” che mostrano carenze strutturali e organizzative di un sistema scolastico che invece si vorrebbe sempre più sicuro e performante?

Scuola

Guardare a un nuovo inizio

Cercare di tornare alla normalità vuol dire anzitutto ripristinare il flusso corretto di dinamiche relazionali come quelle che la scuola offre in maniera speciale

Cercare di tornare alla normalità vuol dire anzitutto ripristinare il flusso corretto di dinamiche relazionali come quelle che la scuola offre in maniera speciale

Istruzione, che sia per tutti

L’impegno, oggi, a cominciare dalla scuola e dall’istruzione, che sono opportunità concrete per migliorare la vita delle persone, deve essere globale

L’impegno, oggi, a cominciare dalla scuola e dall’istruzione, che sono opportunità concrete per migliorare la vita delle persone, deve essere globale

Tra sogno e realtà

I titoli dei giornali parlano di vaccini e mascherine, di reiterata didattica a distanza, di polemiche sull’obbligatorietà o meno delle vaccinazioni per insegnanti e studenti

I titoli dei giornali parlano di vaccini e mascherine, di reiterata didattica a distanza, di polemiche sull’obbligatorietà o meno delle vaccinazioni per insegnanti e studenti

L’istruzione, strumento per una vera mobilità sociale

Più soldi alle scuole che attivano processi capaci di contrastare la dispersione scolastica e promuovere la scuola come fattore di mobilità sociale. Più soldi alle scuole che attivano processi capaci di contrastare la dispersione scolastica e promuovere la scuola come fattore di mobilità sociale. All’indomani delle celebrazioni per don Milani, e l’enfasi su scuola e cultura come veri strumenti di promozione e lotta alla povertà, … Continua a leggere L’istruzione, strumento per una vera mobilità sociale »

Si comincia la scuola: Campanella, emozioni e…

…e ancora attese, paure, entusiasmi, pianti “Non ho voglia di tornare a scuola”. Quanti hanno sentito qualche ragazzino, qualche loro figlio, dire così nei giorni scorsi, all’approssimarsi dell’avvio dell’anno scolastico? E quanti, invece, hanno notato un’agitazione crescente, un “nervosismo” sintomo di attesa, anche di curiosità… di voglia di fare. Certo, molto dipende dalle età – un preadolescente/adolescente per cui tutto o quasi è “peso” non … Continua a leggere Si comincia la scuola: Campanella, emozioni e… »

INTERNET / A proposito di svolta digitale

Fra pedagogisti e docenti: dubbi, perplessità, distinguo e affidamenti   Per la scuola 2.0 serve ancora tempo. E probabilmente, oltre al tempo, serve una approfondita riflessione, che non si lasci condizionare più di tanto dalle mode e dalla fretta, tipicamente “tecnologica”, di chi si è abituato ormai a volere risposte e soluzioni al ritmo di un processore di computer, sempre più velocemente, all’istante. La scuola … Continua a leggere INTERNET / A proposito di svolta digitale »

Pubblicati i bandi del nuovo concorso per docenti. Già aperte le iscrizioni

Per il ministro Stefania Giannini la pubblicazione dei bandi segna “un’altra tappa fondamentale dell’attuazione della Buona Scuola. Rimettere in moto la macchina dei concorsi era essenziale per dare certezza sui tempi delle selezioni a chi vuole entrare in modo stabile nella scuola. Si torna alla Costituzione: avremo un bando ogni tre anni, con cadenza regolare”. Pronti, via. Finalmente sono stati pubblicati i bandi del nuovo … Continua a leggere Pubblicati i bandi del nuovo concorso per docenti. Già aperte le iscrizioni »

Iscrizioni online, un successo

Ulteriore crescita per i licei (53,1%). Uno studente su tre sceglie i tecnici Si sono chiuse le iscrizioni al prossimo anno scolastico e tra i dati da sottolineare c’è quello del “successo” della procedura online, che – spiega il Ministero – incontra il gradimento dei genitori. Oltre il 90% degli utenti, infatti, si ritiene soddisfatto del servizio, il 64,3% ne valuta “molto” efficiente il funzionamento, … Continua a leggere Iscrizioni online, un successo »

Studiare all’estero fa bene

Indagine: ottimi risultati per gli studenti delle Superiori. Studiare all’estero fa bene. Lo sostiene un’indagine di Intercultura tra gli studenti che hanno partecipato a un programma all’estero e che hanno appena affrontato l’Esame di Stato. Su 251 tra ragazzi e ragazze che hanno risposto al questionario, quasi la metà ha conseguito risultati brillanti alla maturità, Che vuol dire, in particolare: 51 studenti hanno preso il … Continua a leggere Studiare all’estero fa bene »

Né podio né stroncatura

Valutazione. È uno dei termini-chiave della riforma della Buona scuola, applicata in questo caso soprattutto agli insegnanti. Un termine – e un “processo” – su cui si sono accese e si accendono innumerevoli discussioni e che riguarda, in generale, gli ambienti educativi (e non solo, naturalmente). Negli ultimi anni, in particolare, la valutazione nella (della) scuola è diventata anche una rilevante “sfida” istituzionale, oltre che … Continua a leggere Né podio né stroncatura »

Crocifisso senza cittadinanza

Una domanda: toglierlo dall’aula è laicità o laicismo? Colpisce leggere, proprio durante la Settimana Santa, notizie come quella che viene dall’Umbria dove un docente di scuola superiore viene sanzionato – un mese senza entrare in classe e senza stipendio – per aver tolto i crocifissi dai muri delle aule della scuola. Già nel 2009, inoltre – annotano le cronache – il docente di italiano e … Continua a leggere Crocifisso senza cittadinanza »

Scuola, vacanza-lavoro? Si vedrà…

La polemica sulle vacanze scolastiche merita qualche riflessione. Come è noto l’ha scatenata il ministro del Lavoro Giuliano Poletti che, a proposito delle vacanze estive degli studenti italiani, ha detto: “Un mese di pausa va bene, ma non c’è un obbligo di farne tre. Magari uno potrebbe essere passato a fare formazione”. Parlava, il ministro, a un convegno sui fondi europei e il futuro dei … Continua a leggere Scuola, vacanza-lavoro? Si vedrà… »

Insegnanti malati di “burnout”

Cifre impressionati sui danni da stress. Correre ai ripari Quanti di noi salirebbero su un aereo se sapessero che alla cloche c’è un pilota “stressato”? E quanti affiderebbero la propria salute a un medico che soffre di depressione o ansia? Pochi o nessuno. E chi affiderebbe i propri figli, a scuola, a insegnanti “bolliti”, stressati dal proprio lavoro al punto da non poterne più, stanchi … Continua a leggere Insegnanti malati di “burnout” »

Scuola: una riforma sofferta

Auspicabile il superamento dell’ostracismo alle paritarie Quanta fatica. Viene da pensare così a proposito della annunciatissima riforma della scuola, che tuttavia è sempre dietro l’angolo e ancora non si materializza. Di rinvio in rinvio, per la presentazione del decreto e del disegno di legge che dovrebbero dare corpo alle novità si è arrivati ai primi di marzo. Muovere la scuola sembra davvero un compito estremamente … Continua a leggere Scuola: una riforma sofferta »

Nel Nuovo Concordato slancio di condivisione

È utile tornare all’ispirazione che ha mosso i cambiamenti. Allo slancio e alla passione che hanno segnato una particolare stagione della nostra storia e che ancora sono capaci di dare frutti per l’oggi, riproponendo la logica fruttuosa della condivisione piuttosto che le dinamiche, pur sempre in agguato, degli interessi contrapposti. Ricorre l’anniversario del cosiddetto “Nuovo Concordato”, cioè la revisione, avvenuta il 18 febbraio 1984, dei … Continua a leggere Nel Nuovo Concordato slancio di condivisione »

Scuola: la coerenza paga

Ne fu testimone, nel 1990, l’allora ministro Mattarella L’elezione del nuovo presidente della Repubblica tocca in modo particolare il mondo della scuola perché Sergio Mattarella ha avuto, nei lunghi anni della sua militanza politica, anche l’incarico di ministro dell’Istruzione. Proprio quando era a capo di Viale Trastevere risale l’episodio che è stato più volte citato dal premier Renzi, a sostegno della sua elezione al Quirinale: … Continua a leggere Scuola: la coerenza paga »

L’ora di religione ai tempi del terrorismo

Fa bene la Presidenza della Cei nel Messaggio di quest’anno a ricordare che “questa scelta non è una dichiarazione di appartenenza religiosa, né pretende di condizionare la coscienza di qualcuno, ma esprime solo la richiesta alla scuola di voler essere istruiti anche sui contenuti della religione cattolica che costituisce una chiave di lettura fondamentale della realtà in cui noi tutti oggi viviamo”. Quest’anno il tradizionale … Continua a leggere L’ora di religione ai tempi del terrorismo »

Scuola: docenti da Nobel. Ma gli stipendi…

La provocazione di Daniele Manni, uno dei 50 candidati Valorizzare la professione docente. Si potrebbe partire da qui ragionando di scuola all’inizio del nuovo anno. Anche perché proprio la professione docente è uno snodo decisivo e, nello stesso tempo, presenta molti livelli di criticità. Un Paese che cerca la “Buona scuola” non può fare a meno di cercare i “bravi insegnanti”. Certo, ha il dovere … Continua a leggere Scuola: docenti da Nobel. Ma gli stipendi… »

Avanti con l’informatica

Anche a dicembre un’altra settimana europea del “coding” “Coding”. “Chi era costui?”, verrebbe da dire con un sussulto di manzoniana memoria. Già, perché adesso è il momento del “coding” che, tradotto coi sottotitoli in italiano e con una certa libertà vuol dire più o meno “programmazione”, quella informatica, per intenderci. Sono già 1.176 le classi, 448 gli insegnanti e oltre 22mila gli studenti che attraverso … Continua a leggere Avanti con l’informatica »

Scuola: i riflettori restino accesi

Consultazione sulla “Buona scuola”: una valanga di contatti Un milione e 200mila contatti e migliaia di risposte: la consultazione/referendum sul progetto del governo “La buona scuola” è terminata a metà novembre, con una “coda domenicale” motivata – si leggeva sul sito apposito – dalle “numerosissime richieste ricevute nelle ultime ore”. Così la consultazione che doveva terminare il 15 novembre ha chiuso, di fatto, domenica 16. … Continua a leggere Scuola: i riflettori restino accesi »

Scuola: compito in classe senza misteri

Il Tar della Puglia dà ragione al papà che vuole leggerlo. La sentenza recente del Tar della Puglia con la quale è stato ribadito il diritto di un padre di accedere a un compito in classe della figlia, che la scuola non gli aveva potuto consegnare, apre una serie di interessanti scenari sul rapporto tra scuola e famiglia. Il “casus belli” riguarda una scuola di … Continua a leggere Scuola: compito in classe senza misteri »

Scuola: l’esercito dei “dispersi”

Crollati i fondi per lotta alla dispersione: solo 18 milioni Ancora lei, la “dispersione scolastica”. Quante volte se ne è scritto e quante volte è stato sottolineato il dramma dei ragazzi e delle ragazze che “si perdono” durante il percorso scolastico, che iniziano e non finiscono, che escono precocemente dal sistema formativo. In inglese si chiamano “early school leavers”, definizione che aiuta a “tenere distante”, … Continua a leggere Scuola: l’esercito dei “dispersi” »

Scuola: attese grandi. Forse troppo

E’ partito il nuovo anno, nel segno dell’ennesima riforma La prima campanella è suonata e le aule degli istituti scolastici hanno ricominciato a riempirsi. Non tutto funziona ancora a regime, ma l’anno scolastico è partito. E’ partito in un contesto di attese forti. A cominciare da quelle legate allo scenario istituzionale, quello di un sistema scuola che promette di cambiare nel giro di breve. La … Continua a leggere Scuola: attese grandi. Forse troppo »

Scuola: basta con i tecnicismi

Una consultazione ampia per costruire il “patto educativo” Ci siamo. La riforma della scuola è stata presentata e starebbe per cominciare l’iter che dovrebbe portare alla sua realizzazione. Un iter che promette di avere come punto di partenza l’ascolto dei protagonisti della scuola: dal 15 settembre e fino al 15 novembre, infatti, è prevista una fase di consultazione, aperta a tutti i protagonisti della scuola, … Continua a leggere Scuola: basta con i tecnicismi »

Scuola, semper reformanda…

L’ultimo Consiglio dei ministri ha tralasciato l’argomento, ma sembra proprio che ci aspetti “la” riforma della scuola. Ci vuole un po’ di ironia per affrontare un argomento serio, perché, a ben vedere, questa riforma della scuola, più che una serie di provvedimenti, è un tormentone di quelli permanenti. Infatti, cambiano gli anni, cambiano le situazioni sociali ed economiche, cambiano i ministri ma lei, “la” riforma … Continua a leggere Scuola, semper reformanda… »