Dalle confraternite alle famiglie

Come ogni anno, nella prima domenica di Avvento le confraternite della Diocesi si sono riunite presso il Monastero di S. Filippa Mareri in Borgo S. Pietro, 80 i partecipanti.

L’incontro ha avuto inizio con la celebrazione delle lodi della prima domenica di Avvento cui ha fatto seguito una relazione-conversazione tenuta dalla Prof. Laura Marignetti, presidente della consulta diocesana dei laici, sulla famiglia e sul questionario che Papa Francesco ha inviato alle varie componenti ecclesiali mirante a raccogliere umori, proposte, stimoli.

Laura Marignetti ha riferito in ordine ai contenuti della Settimana Sociale dei Cattolici che si è svolta a Torino alla fine di settembre, di qui la problematica che oggi la famiglia è portata ad affrontare, della natalità, del rapporto con gli anziani.

Ha poi ricordato come il prossimo sinodo sarà sulla famiglia e come il S. Padre e il dicastero per la famiglia mira a sensibilizzare l’intera comunità, tanto che il Papa ha diramato un questionario così ché i provvedimenti che si andranno a prendere siano condivisi dal popolo di Dio, siano attesi e accolti e di conseguenza portino frutto. Perché questo auspicio diventi realtà è necessario che i questionari siano compilati dalle famiglie e non dagli addetti ai lavori, come spesso è accaduto per l’innanzi.

È seguito un vivace dibattito con vari quesiti e tante speranze. Prima tra tutte è che nella Chiesa venga rivalutata la famiglia, da oggetto divenga soggetto evangelizzante; venga meno il clericalismo e che rappresentati laici, specie del sesso femminile, che della Chiesa portano non pochi pesi, siano ammessi a condividere provvedimenti di responsabilità e di indirizzo a vantaggio dell’intero Popolo di Dio.

A conclusione della mattinata il Vescovo Diocesano Delio Lucarelli ha celebrato la messa ricordando il significato dell’Avvento, e l’impegno di ciascuno ad accogliere il Signore che viene.

Complimenti alle Confraternite presenti: Oliveto, Ornaro, Contigliano, Greccio, Cantalice, S. Liberato, Vazia, la Pia Unione di S. Antonio in Rieti, la Misericordia di Rieti.

Un grazie al responsabile diocesano per le Confraternite Mons. Mariano Assogna, al Prof. Massimo Casciani che in ogni incontro svolge un ruolo di stimolo e di puntuale riferimento.

Un grazie alle Suore di Santa Filippa per l’accoglienza sempre cordiale e premurosa.

Rispondi