Diocesi di Rieti: movimenti nel clero

Con l’avvio dell’anno pastorale, il vescovo ha proceduto ad alcuni avvicendamenti nelle fila del clero diocesano. Nuovo ministero per don Marco Tarquini, che dopo vari anni lascia la parrocchia di Canetra e approda in città nel centro storico: allocatosi al palazzetto di via Garibaldi (dove ha sede la canonica della parrocchia S. Agostino), è incaricato di seguire l’attività catechetica per l’intero territorio della vicaria, le cui parrocchie – nella logica delle unità pastorali che stanno a cuore a monsignor Lucarelli – stanno provvedendo a unire le forze per quanto riguarda la pastorale dell’iniziazione cristiana e della formazione delle nuove generazioni.

Al posto di don Marco, alla cura della comunità parrocchiale che raggruppa le varie frazioni del comune di Castel Sant’Angelo è destinato don Ferruccio Bellegante, che si è congedato nei giorni scorsi – tra il dispiacere dei parrocchiani fin troppo rimbalzato in cronaca sui giornali locali (ma giustamente le esigenze di far ruotare i parroci ed evitare i radicamenti inamovibili possono richiedere qualche sacrificio sul piano affettivo) – dalle comunità di Piani di Poggio Fidoni e Collebaccaro. In detti paesi si resta in attesa del successore, così come a Casette (che continua al momento ad essere seguita da don Nicolae Zamfirache), definitivamente lasciata da don Francesco Salvi: per quest’ultimo, avviato il servizio pastorale al quartiere Piazza Tevere, in ausilio al parroco don Giovanni Franchi per S. Francesco Nuovo.

[download id=”104″]

Rispondi