Chiusi nel mese di ottobre i corsi di lingua e cultura cinese

Chiusi nel mese di ottobre, i corsi gratuiti di lingua e cultura cinese hanno avuto il loro epilogo mercoledì 25 novembre presso le sale di palazzo Potenziani con la consegna ufficiale degli attestati di partecipazione per coloro che hanno seguito almeno l’80% delle lezioni, alla presenza dei docenti dei rispettivi corsi e dei vertici della Fondazione Varrone.

Giunta al terzo anno consecutivo, la proposta formativa della Fondazione unica nel territorio reatino, ha raccolto sempre un maggior numero di iscritti fino ad arrivare alla quota di 166 del 2015.

I corsi di lingua e cultura cinese che si sono svolti quest’anno, si distinti in corso base di 1° e 2° livello e corso elementare di primo livello (frequentato da coloro che hanno già partecipato ai due corsi base precedenti).

Sono giunti al completamento del corso e quindi al conseguimento dell’attestato, 67 iscritti che hanno frequentato almeno l’80% delle lezioni, di cui 54 hanno anche superato l’esame facoltativo.

Tutti i partecipanti alla cerimonia hanno evidenziato all’unanimità, non solo la competenza delle docenti Raffaella Meloni e Martina Turriziani e delle due  insegnanti madrelingua in collegamento online (Zhao Mai Rong, Hu Chenlu), ma l’utilità  e l’efficacia del corso, sia come arricchimento del proprio curriculum vitae, sia come strumento concreto per conoscere un Paese leader economico anche dal punto di vista culturale, indispensabile per gestire i rapporti commerciali e istituzionali oltre che come accrescimento personale.

«È sorprendente lo spaccato sociale che emerge nell’ ascoltare i corsisti che con grande impegno sono riusciti  a terminare tutto il percorso formativo» afferma il Presidente della Fondazione Varrone, Antonio Valentini. «Devo constatare  la voglia di rinnovamento e di crescita dei numerosissimi partecipanti. Mi rallegro con coloro che hanno avuto la costanza di terminare il percorso. Con sorpresa vedo studenti di appena di 12 anni e altri di 15 e 17 che con grande curiosità e generosità hanno intrapreso questo corso complesso per arricchire le proprie conoscenze,  neolaureati che fanno colloqui ottenendo una maggiore considerazione allegando il corso di cinese definito di ottimo livello, giovani che hanno voglia di viaggiare e formare se stessi,  dirigenti di azienda che devono gestire anche nuovi rapporti commerciali con interlocutori cinesi».

I fondatori dell’Istituto Linguese by Orientalmente, Paola e Piero Costa che da tre anni collaborano con la Fondazione per il i corsi di cinese, hanno voluto ringraziare l’Ente rilevando il particolare entusiasmo,  impegno  e attenzione dimostrati dalle classi reatine anche rispetto a studenti di altre città italiane. «Per noi è un orgoglio il corso di Rieti. Da tre anni continuiamo ad avere soddisfazioni. Abbiamo sempre voluto concentrare le energie nella scelta dei docenti che sono l’anima dei nostri corsi. Solo un insegnante brillante  e motivato può trasferire la passione per questa lingua e cultura millenaria. E a Rieti è avvenuto tutto questo» ha affermato Paola Costa.

Rispondi