Al Consultorio Sabino lo sportello di orientamento all’affido e all’adozione

«Non dimentichiamo mai che il vero potere è il servizio. Bisogna custodire la gente, aver cura di ogni persona, con amore, specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono più fragili e che spesso sono nella periferia del nostro cuore».

Con queste parole di papa Francesco parte oggi il nuovo progetto del Consultorio Familiare Sabino della Diocesi di Rieti. Si tratta dello Sportello di orientamento all’affido e all’adozione significativamente denominato “Il Germoglio”: un progetto che vuol sostenere le persone nell’accoglienza di chi ha bisogno ed, in particolare, di chi affronta i percorsi di affido e adozione visti come momenti privilegiati in cui sperimentare e diffondere in concreto i valori della solidarietà e della gratuità non solo nell’ambito della famiglia che accoglie, ma anche nella loro dimensione di fecondità comunitaria e sociale.

Riconoscere l’accoglienza come parte costitutiva di sé rende la persona e la famiglia capaci di uscire dal proprio spazio privato e di diventare una risorsa nella comunità.
Ogni famiglia, ciascuna con modalità e tempi differenti, ha la possibilità di scoprire il valore di questa “apertura” e di rendersi accogliente nei confronti dell’altro. Da qui la scelta del nome, il germoglio: sia per identificare il bimbo accolto nella sua dimensione di piccolo “seme” i cui germogli, appunto, sono bisognosi di cure e protezione, sia in quella di una fecondità e di un’apertura che si estende all’esterno affinchè germogli nei cuori degli altri.

Questa scelta, profondamente umana, trova nei percorsi di fede e nell’appartenenza alla comunità cristiana una prospettiva di arricchimento e di sostegno.

Gli operatori dello sportello offrono dunque un tempo di ascolto e di accoglienza della domanda e di orientamento della motivazione, in tal modo dando l’opportunità di approfondire a chi ne senta il bisogno o anche il semplice desiderio di conoscenza le diverse possibilità in ambito di accoglienza familiare tra cui l’Affido nelle sue molteplici forme, l’Adozione nazionale, l’Adozione internazionale, le Reti di supporto alle famiglie affidatarie

Lo sportello, attivo da oggi e per tutti i lunedi dalle ore 18.00 alle ore 20.00 presso la sede del consultorio Piazza San Rufo n. 22 – Rieti darà:

  • Informazione, proponendosi di offrire informazioni e orientare verso le Istituzioni e i soggetti competenti in materia di affido e adozione.
  • Sensibilizzazione e formazione, per promuovere la cultura dell’accoglienza. Ecco allora che l’équipe dello Sportello sarà disponibile a collaborare con le realtà diocesane (parrocchie, associazioni…) per la realizzazione di incontri di sensibilizzazione e confronto sul territorio e nella progettazione di percorsi formativi.
  • Documentazione: Presso lo sportello sarà possibile reperire materiale informativo sui temi dell’affido e dell’adozione. A questo scopo verrà redatta una guida orientativa contenente informazioni pratiche utili nell’intraprendere percorsi di accoglienza.

Un progetto, quello del “Germoglio”, che si rivolge a famiglie, coppie di sposi, a singole persone, a gruppi familiari, a comunità che desiderano ricevere informazioni e orientamento su queste tematiche.

Al di fuori dell’orario di sportello si potranno reperire in ogni momento informazioni allo 0746/481718 oppure via mail agli indirizzi: presidente@consultoriosabino.org, segreteria@consultoriosabino.org.

Rispondi