A Vallecupola sulle vie del sacro: dal cristianesimo ai culti pagani

Seguire le vie del sacro per comprendere meglio la storia del territorio riscoprendo le sue origini più arcaiche, il convegno “Il Culto femminile nella Valle del Salto e del Turano”, che si terrà sabato 2 maggio a Vallecupola di Rocca Sinibalda (dalle ore 16,00), ha un obiettivo ambizioso, partendo dagli studi linguistici di Angelo Di Mario sul nome Valle Cupola (Valle Cubra-Dea Madre) e sul toponimo Turan, quello di riportare i presenti indietro di secoli, un viaggio straordinario raccontato da esperti del settore, ricercatori, archeologi, storici dell’arte.

I relatori: Pietro Carrozzoni (scrittore e storico), Luigi Catena (ricercatore), Maria Grazia Di Mario (giornalista – per Angelo Di Mario), Giovanni Feo (etruscologo ricercatore e saggista), Paolo Maglioni (scrittore e storico), Francesco Panetti (storico dell’arte e ricercatore), Sandro Pravisani (autore e ricercatore di simbologia e cosmologia classica), Angelo Timperi (ispettore archeologo), come in una moviola spiegheranno i punti di contatto e di trasformazione tra il culto cristiano e il paganesimo provando l’esistenza di culture molto antiche e luoghi sacrali nel territorio, in grado di legare quest’area a realtà territoriali apparentemente distanti e diverse quali ad esempio i Monti Sibillini e la zona di Bolsena, ed anche straniere (Anatolia-Turchia/Lituania).

L’evento è organizzato dalla Biblioteca Angelo Di Mario, dall’Associazione Culturale Vallecupola e dall’Associazione Tages (di Pitigliano).

Rispondi