Monti della Laga

Dalla Fondazione Varrone oltre 450 mila euro di mezzi antineve per i comuni del sisma

La Provincia: il Rifugio Sebastiani non è abbandonato

Deliberato dal CdA della Fondazione Varrone, l’acquisto di tre moderni mezzi antineve dotati anche di rialzo sponde laterali, spazzaneve a freccia, spargisale in acciaio inox.

Si tratta di automezzi all’avanguardia come la spazzatrice aspirante Dulevo, una macchina operatrice Bonetti, un autocarro fuoristrada – Mercedes Unimog- , da donare ai comuni del sisma che li dovranno utilizzare congiuntamente per attività ordinaria e straordinaria.

Utilizzando il Fondo per il terremoto, deliberato subito dopo gli eventi dell’agosto 2016, la Fondazione Varrone ha investito oltre 450 mila di euro nell’acquisto di mezzi indispensabili per affrontare le emergenze dei comuni per lo più montani, maggiormente colpiti dal terremoto.

I comuni di Borbona, Amatrice, Posta, Cittareale, Accumoli hanno sottoscritto un accordo di programma che regola e disciplina le condizioni di utilizzo congiunto dei tre automezzi in un territorio complesso anche orograficamente come la Valle del Tronto e del Velino.

Nella convenzione, in vigore fino ala rottamazione di tutti i veicoli, è evidenziato che durante le situazioni di emergenza, potranno essere utilizzati tutti i mezzi indistintamente nei vari comuni.

Ogni mezzo è stato intestato per semplicità amministrativa ad un comune (la spazzatrice Dulevo al comune di Accumoli, la macchina operatrice Bonetti al comune di Borbona, il Mercedes Unimog al comune di Cittareale), che assume il ruolo di Ente capofila per il rispettivo veicolo e si impegna a garantirne la perfetta funzionalità.

Il comune capofila oltre a redigere a fine anno un rendiconto delle spese, redigerà un programma di utilizzo (previa approvazione di tutti i comuni), che consentirà a comuni stessi, senza attese, di avere il mezzo a disposizione anche per le attività ordinarie.

Previous ArticleNext Article

Rispondi