Italia

Verso nuovo Dpcm: ipotesi “rosso” con più di 250 casi ogni 100mila abitanti

Con il nuovo parametro sarebbe in fascia rossa il Veneto (454), ma rischierebbero anche Emilia Romagna (242) e provincia di Bolzano (231)

E’ atteso per venerdì prossimo, 15 gennaio, il nuovo Dpcm con le misure anti pandemiche, che entrerebbero in vigore il 16. Stando alle indiscrezioni, sarebbero vietati gli spostamenti tra le regioni e verrebbe introdotto un nuovo parametro, quello dell’incidenza ovvero il numero di casi di positività al Covid in rapporto alla popolazione. Con un’incidenza superiore ai 250 casi per 100mila abitanti, scatterebbero le misure previste per la fascia rossa, indipendentemente dalla capacità delle strutture sanitarie di far fronte all’emergenza. Questo al fine di arginare il diffondersi del contagio, in una fase in cui la vaccinazione è appena entrata a pieno regime. Si va inoltre verso una proroga dello stato di emergenza, che scadrebbe il 31 gennaio: non è ancora definita la data, ma il provvedimento appare una strada obbligata.

Il nuovo parametro dell’incidenza potrebbe aggiungersi a quello, già in atto, della soglia dell’Rt (l’indice di contagio) per determinare il posizionamento nelle fasce. La valutazione avanzata dall’Istituto superiore di Sanità (Iss) è stata condivisa anche dal Comitato tecnico scientifico (Cts) e ora sarebbe al vaglio delle Regioni. Proprio su questo potrebbe vertere l’incontro tra l’esecutivo e i governatori che si dovrebbe tenere a inizio settimana.

In base al monitoraggio di questa settimana, la nuova indicazione avrebbe portato il Veneto in zona rossa avendo un’incidenza a sette giorni di 454,31 casi per 100mila abitanti. Oggi l’incidenza settimanale in Italia è pari a 166,02 casi per 100mila, secondo il report dell’Iss diffuso ieri. Sfiorerebbero la zona rossa anche l’Emilia Romagna (242,44 per 100mila) e la provincia di Bolzano (231,36 per 100mila).

Intanto il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia ha convocato per lunedì mattina una riunione con Regioni, Anci e Upi con all’ordine del giorno le misure per il nuovo Dpcm che, ripetiamo, entrerà in vigore il 16 gennaio. All’incontro, in programma alle 10.30, parteciperà in video conferenza anche il ministro della Salute Roberto Speranza.

Da avvenire.it

Rispondi