Archivio Tag: Papa Francesco

Xenofobia, razzismo e nazionalismi. Papa Francesco: «La gravità di questi fenomeni non può lasciarci indifferenti»

Si è conclusa oggi a Roma la “Conferenza mondiale su xenofobia, razzismo e nazionalismi populisti nel contesto delle migrazioni globali”: usa parole durissime Papa Francesco per denunciare ogni forma di xenofobia e populismo che si sta diffondendo, ovunque nel mondo, in stretta correlazione con il fenomeno migratorio.

Papa Francesco convoca riunione con i presidenti delle Conferenze episcopali di tutto il mondo su abusi

«Il Papa, sentito il Consiglio di Cardinali, ha convocato una riunione con i presidenti delle Conferenze episcopali di tutto il mondo per parlare della prevenzione di abusi su minori e adulti vulnerabili»: a renderlo noto, la vicedirettrice della Sala Stampa della Santa Sede, Paloma Garcia Ovejero.

Papa in Irlanda: la festa delle famiglie e la richiesta di perdono per il “grave scandalo” degli abusi

Sono i due temi che hanno caratterizzato la visita di Papa Francesco in Irlanda, il 24° viaggio apostolico per un totale di 36 Paesi visitati. L’occasione è stata fornita dall’Incontro mondiale delle famiglie, che si è tenuto a Dublino dal 22 al 26 agosto, dal titolo “Il Vangelo della famiglia: gioia per il mondo” sullo sfondo dell’esortazione apostolica post-sinodale Amoris Laetitia.

Papa Francesco: prendersi cura dell’acqua è urgente, non possiamo lasciare che i mari si riempiano di plastica

Dedicato al tema dell’acqua il messaggio di Papa Francesco per la celebrazione della IV Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato. “Custodire ogni giorno questo bene inestimabile – scrive – rappresenta oggi una responsabilità ineludibile, una vera e propria sfida”. “Non possiamo permettere che i mari e gli oceani si riempiano di distese inerti di plastica galleggiante. Anche per questa emergenza siamo chiamati a impegnarci, con mentalità attiva, pregando come se tutto dipendesse dalla Provvidenza divina e operando come se tutto dipendesse da noi”

#SiamoQui: i giovani italiani con Papa Francesco. Il bilancio degli incaricati regionali dopo l’evento di Roma

Dal dialogo tra il Papa e i giovani al Circo Massimo e dal saluto rivolto in piazza san Pietro prima della preghiera dell’Angelus, sono emersi spunti e riflessioni che tracciano una strada, in attesa del Sinodo di ottobre. Il commento “a caldo” degli incaricati regionali della pastorale giovanile.

Giovani come aquile, capaci di volare in alto, e non come polli da tenere chiusi in cortile

70mila giovani di tutta Italia a Roma per Papa Francesco. Un lungo intreccio di strade e pellegrinaggi che si è chiuso con il grido dei giovani “Siamo qui”. Il card. Bassetti, presidente della Cei, racconta questo incontro di preghiera, festa e testimonianza: “La Chiesa non può stare in panchina con i giovani. Deve essere al loro fianco per indicare la direzione. Deve accompagnarli a guardare verso l’alto, come solo le aquile sanno fare. La Chiesa deve aiutarli perché guardino in alto. Non possiamo venire meno a questa missione, non possiamo limitarci ai soli bisogni materiali dei giovani che pure sono da tenere presenti”

La Lituania attende Francesco. Don Sotnicenka, «abbiamo bisogno di speranza e di guardare al futuro»

Nel mese di settembre il Papa visiterà i tre Stati baltici: prima tappa sarà la Lituania, seguita da Estonia e Lettonia. Il segretario generale aggiunto della Conferenza episcopale racconta al Sir l’attesa e la preparazione per l’appuntamento con il pontefice venticinque anni dopo lo storico incontro con Giovanni Paolo II, all’indomani della ritrovata libertà dopo la caduta dell’Urss.

Papa-Macron: un’ora di colloquio su migranti, ambiente, pace ed Europa

È durato 57 minuti l’incontro tra il Papa e il presidente Macron, che nel pomeriggio ha preso possesso nella basilica di San Giovanni in Laterano del titolo di protocanonico d’onore. “La vocazione dei governanti è per i poveri”, ha detto Francesco. E lui, rompendo il protocollo, gli ha messo la mano sulla spalla, poi due baci di saluto. La moglie Brigitte rigorosamente in nero, cappelli raccolti ma a capo scoperto.