Archivio Tag: Europa

Parlamento Ue: in primo piano terrorismo e sicurezza. Nuove norme per gli Ogm

Gli organismi geneticamente modificati tornano all’attenzione del Parlamento europeo, riunito a Strasburgo da oggi al 15 gennaio per la prima sessione plenaria dell’anno. “Martedì sarà votata la nuova legislazione che permette agli Stati membri di limitare o vietare la coltivazione di colture contenenti organismi geneticamente modificati (Ogm) sul loro territorio – avverte l’ufficio stampa dell’istituzione comunitaria -, anche dopo l’approvazione a livello europeo”. Il progetto … Continua a leggere Parlamento Ue: in primo piano terrorismo e sicurezza. Nuove norme per gli Ogm »

Ogni marcia su Parigi una curva della Storia

La “pace” che dura in Europa da 70 anni è frutto dell’orrore e dell’inferno di due guerre mondiali suicide. Ora il terrorismo ha offerto all’Europa un’opportunità davvero storica, convocando a Parigi i capi delle nazioni. Chissà che non diventi l’occasione di un nuovo inizio. Quando si “marcia su Parigi” – come i capi degli Stati europei l’11 gennaio – si entra, nel bene o nel … Continua a leggere Ogni marcia su Parigi una curva della Storia »

Io sono Charlie, poliziotto ebreo e musulmano

Una folla oceanica ha riscaldato il cuore ferito di Parigi e ha gridato il proprio “no” alla barbarie del terrorismo. Dopo tre giorni di fuoco e di sangue, alimentati dall’odio di “figli” nati e cresciuti in questa terra. Capi di Stato e di Governo hanno sfilato accanto a Hollande e con il popolo: la Francia non è sola. Presenti anche i leader religiosi: cristiani, ebrei … Continua a leggere Io sono Charlie, poliziotto ebreo e musulmano »

”Tous ensemble!” ebrei e musulmani si abbracciano

Insieme hanno reso omaggio alle vittime del terrore ed hanno espresso la loro vicinanza alle famiglie. Poi a piedi, la piccola delegazione di musulmani guidati dall’imam di Drancy Hassen Chalghoumi ha raggiunto la vicina sinagoga in rue Céline Robert dove sono stati accolti dal rabbino Goldmann. Alla “Marche Républicaine” attese un milione di persone. Già molti cortei spontanei. Le braccia alzate al cielo, mano nella … Continua a leggere ”Tous ensemble!” ebrei e musulmani si abbracciano »

Col cuore tutti a Parigi. Mano nella mano: Avanti Europa!

Cammineranno tutti insieme, lungo i boulevard di Parigi, per testimoniare unità e determinazione nel contrastare il terrorismo e ogni forma di violenza che minaccia i valori europei della libertà, della solidarietà, della pace. Numerosi leader hanno infatti risposto all’iniziativa del Presidente della Repubblica francese, François Hollande, che ha indetto una grande marcia per domenica 11 gennaio, rivolgendosi direttamente al “popolo”: “Voglio fare appello a tutti … Continua a leggere Col cuore tutti a Parigi. Mano nella mano: Avanti Europa! »

Anche i musulmani alla marcia parigina contro il terrore

Dagli uomini di religione una risposta ferma e convinta. Dalil Boubakeur, presidente del Consiglio francese del culto musulmano: “In piazza per affermare il nostro desiderio di vivere insieme in pace, nel rispetto dei valori della Repubblica”. Analogo slancio dalle Chiese protestanti. Prime voci di vescovi cattolici e inviti a momenti pubblici di preghiera. In tutti il desiderio di convivenza pacifica. Giornata da incubo ieri a … Continua a leggere Anche i musulmani alla marcia parigina contro il terrore »

La lugubre sagoma del Male assoluto

Il sangue è stato versato all’imbrunire. Sono stati uccisi i tre terroristi islamisti che hanno tenuto la Francia e il mondo con il fiato sospeso. Ma sul terreno si contano almeno quattro vittime civili. Innocenti che pagano il prezzo più alto sull’altare dell’odio. In queste ore a Parigi, come nel profondo della Nigeria, qualcuno piange le vittime del terrorismo di matrice islamica. Se un filo … Continua a leggere La lugubre sagoma del Male assoluto »

Cattolici e musulmani di Francia uniti contro il terrore

La Santa Sede ha espresso la propria “esecrazione”. Una delegazione di imam francesi ha incontrato il Papa. Ad accompagnarli monsignor Michel Dubost, vescovo d’Evry-Corbeil-Essonnes: “Stiamo vivendo un momento difficile, ma è proprio questo il tempo di incontrarci”. La condanna del Consiglio francese del culto musulmano: “Deliri di gruppi terroristici che sfruttano ingiustamente l’lslam”. Non si sono fermati davanti a nulla e hanno sparato a sangue … Continua a leggere Cattolici e musulmani di Francia uniti contro il terrore »

Cohésion face au terrorisme

“Coesione di fronte al terrorismo”. Questo il titolo dell’editoriale apparso su La Croix a firma di Dominique Quinio, direttrice del quotidiano cattolico francese, che ha concesso al Sir la pubblicazione. “Manteniamo il sangue freddo e la dignità – scrive la Quinio -, non cediamo al panico, rifiutiamo ogni strumentalizzazione di questo dramma. Sarà la coesione il nostro omaggio alle vittime”. Tristesse immense. L’attentat au cœur … Continua a leggere Cohésion face au terrorisme »

UE: risultati presidenza italiana. Commercio, banche e meno borse di plastica

Consiglio d'Europa

“Dopo un lungo stallo” è stato definito “un accordo per il commercio e gli investimenti fra l’Unione europea e il Canada che oltre ad aprire il mercato, favorendo crescita e occupazione in Europa, prevede una maggiore e migliore tutela dei prodotti tradizionali del Vecchio continente”. Lo afferma la presidenza di turno italiana dell’Ue – terminata ufficialmente il 31 dicembre – nel tracciare alcuni risultati del … Continua a leggere UE: risultati presidenza italiana. Commercio, banche e meno borse di plastica »

Un ponte tra Leonessa e l’Europa: La Fenice incontra Gasbarra

Una valigia piena di idee, stimoli e speranze, il bagaglio con cui i ragazzi dell’associazione culturale La Fenice sono tornati da Bruxelles. Una ‘tre giorni’ a contatto con il Parlamento Europeo e con la città centro della vita dell’UE. Padrone di casa, per l’occasione, Enrico Gasbarra, eurodeputato Pd, che ha aperto le porte delle istituzioni comunitarie ai ragazzi di Leonessa, territorio cui Gasbarra è legato, … Continua a leggere Un ponte tra Leonessa e l’Europa: La Fenice incontra Gasbarra »

Barroso-Juncker moderati costretti a correre in salita

Se il portoghese ha dovuto giocare in difesa, per rintuzzare gli assalti della speculazione, i fallimenti bancari e aziendali e il lievitare della disoccupazione, il lussemburghese non potrà che andare in attacco, per una “missione possibile”: riorganizzare le fila, mettere in azione, tanto per cominciare, i promessi 300 miliardi di investimenti e così ridar fiato a imprese, consumi e – soprattutto – all’occupazione. Vite parallele. … Continua a leggere Barroso-Juncker moderati costretti a correre in salita »

Dall’aula di Strasburgo “il Papa parlerà a tutti i popoli d’Europa”

Il presidente dell’Europarlamento ha incontrato sia Papa Francesco sia il Segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin. Molte cose sono cambiate dal 1988, dalla visita di Giovanni Paolo II, a cominciare dalla caduta del Muro di Berlino e dell’allargamento ad Est. Grande attesa per i temi che verranno affrontati dal Pontefice. Nel segno del dialogo – aperto, trasparente e regolare – sancito dal Trattato di Lisbona. … Continua a leggere Dall’aula di Strasburgo “il Papa parlerà a tutti i popoli d’Europa” »

Europa: l’interdipendenza esige governance

Si profila un rafforzamento della dimensione “comunitaria” rispetto a quella “intergovernativa”. Scontentando qualche premier “europrudente” e una certa parte dell’opinione pubblica europea, ma riportando l’Ue nella visione e nel solco tracciato dai Padri fondatori. Il fitto calendario europeo di questi giorni, che comprende decisioni economiche problematiche e passaggi istituzionali delicati, riporta l’Ue con i suoi Paesi membri al centro dell’attenzione dei media di tutta Europa. … Continua a leggere Europa: l’interdipendenza esige governance »

Tutti gli uomini di frau Merkel

Così la Germania può fare la voce grossa nell’Unione europea Chi comanda in Europa? I tedeschi. È un modo di dire – sono la nazione più ricca e potente -; ma è anche una verità sostanziale. La politica economica europea è gestita secondo i desiderata di Berlino. Lo ha sperimentato la Grecia nel 2010: la “ricetta” economica applicata agli ellenici (lacrime e sangue, tagli e … Continua a leggere Tutti gli uomini di frau Merkel »

Un esercito europeo farebbe risparmiare cento miliardi all’anno

Impossibile per i Paesi europei corrispondere alla richiesta di Obama di innalzare al 2% del Pil la spesa militare. Il paradosso della Grecia e della Turchia “che spendono tanto perché si guardano in cagnesco”. Francesco Vignarca, coordinatore delle attività nazionali della Rete Italiana per il Disarmo: “L’esercito europeo dovrebbe essere il passo intermedio verso il disarmo integrale”. “I potentati legati alle industrie militari sono assai … Continua a leggere Un esercito europeo farebbe risparmiare cento miliardi all’anno »

Per la Germania l’epoca felice è agli sgoccioli

L’economista Alberto Quadrio Curzio: “Detiene titoli esteri per il 40% del suo Pil e ha un avanzo commerciale annuo di circa 250 miliardi di euro. Il che significa che la sua domanda interna non cresce perché ha troppe riserve inutilizzate. Il Fondo monetario internazionale parla di avanzo delle partite correnti per il 7% del Pil: cioè un Paese che vive sull’export e ha una domanda … Continua a leggere Per la Germania l’epoca felice è agli sgoccioli »

In Scozia si gioca un derby pericoloso

Gli scozzesi sono chiamati alle urne per dire sì o no alla nascita di uno Stato indipendente da Londra. Pur nella comprensibile sottolineatura delle differenze storiche e culturali, geografiche e produttive, nonché di un sano “orgoglio patriottico”, occorre ammettere che inglesi e scozzesi hanno ben più in comune di quanto non li separi. Se un matrimonio è per sempre, lo è anche un divorzio. È … Continua a leggere In Scozia si gioca un derby pericoloso »

L’Europa prova a darsi fiducia (con 300 miliardi?)

Sono quelli previsti nel piano di investimenti annunciato dal presidente incaricato della Commissione, Jean-Claude Juncker. Per lui, dopo le nomine di Donald Tusk e Federica Mogherini, la prova della costruzione della squadra che andrà al vaglio dell’assemblea di Strasburgo: il Parlamento europeo ha il potere di promuovere o bocciare i singoli aspiranti commissari o l’intero collegio. Il Consiglio europeo del 30 agosto, convocato per definire … Continua a leggere L’Europa prova a darsi fiducia (con 300 miliardi?) »

Europa e migrazioni: con Frontex Plus un percorso virtuoso

Frontiere (nazionali) e identità (europea), responsabilità (verso i cittadini Ue e verso chi cerca, da profugo, una vita dignitosa) e solidarietà (risposte comuni a problemi comuni), visione politica e progetti fattibili: è questa la via maestra per affrontare l’intera e vasta gamma delle sfide che l’Europa ha di fronte, migrazioni comprese. La commissaria europea agli affari interni, Cecilia Malmström, svedese, è una donna e un … Continua a leggere Europa e migrazioni: con Frontex Plus un percorso virtuoso »

L’Europa è avvertita. Ora muoversi insieme

Il tema della crescita torna puntuale: come rilanciare produzione, lavoro e redditi nel Vecchio continente? Sposando il dogma rigorista di Berlino oppure prendendo la strada della flessibilità dei bilanci pubblici, per alimentare gli investimenti e l’occupazione? Il Consiglio Ue del 30 agosto e quello di ottobre (nomine politiche, azione economica) potrebbero dare qualche risposta. In tempi di infinita recessione può accadere che la teoria e … Continua a leggere L’Europa è avvertita. Ora muoversi insieme »

Europa: partita a scacchi sulle nomine

Nulla di deciso al Consiglio europeo del 16 luglio. Negoziati e liturgie politiche irrompono a Bruxelles. Adesso si fa sul serio. La politica – con i suoi principi e obiettivi, le sue regole, i negoziati palesi o sottotraccia, i tempi mediamente lunghi – sbarca a Bruxelles e rende più complesso, forse più trasparente, il quadro istituzionale. Ma è al contempo espressione di un gioco democratico … Continua a leggere Europa: partita a scacchi sulle nomine »

Bruxelles, prove di politica vera (veti compresi)

Nulla di deciso. Il Consiglio europeo del 16 luglio ha segnato il passo rispetto alle decisioni sulle future alte cariche dell’Unione: non basta alzare la voce, occorre convincere gli interlocutori delle proprie buone ragioni. “Serve un accordo su un pacchetto globale” per gli incarichi di presidente del Consiglio europeo, Alto rappresentante per la politica estera e presidente dell’Eurogruppo. Adesso si fa sul serio. La politica … Continua a leggere Bruxelles, prove di politica vera (veti compresi) »

Iniziative dei cittadini europei: avvio travagliato a Bruxelles

Il rifiuto della Commissione dell’iniziativa “Uno di noi” indebolisce questo strumento democratico innovativo. Nel giugno 2012 “Europeinfos”, rivista on line della Commissione degli episcopati della Comunità europea, titolava che la registrazione della “promettente Iniziativa dei cittadini europei lanciata per la protezione della vita umana” “apre la strada all’aspettativa che la Commissione proponga una normativa concreta in questo campo”. Dopo due anni e più di 1,7 … Continua a leggere Iniziative dei cittadini europei: avvio travagliato a Bruxelles »

Giovani: cifre da record per Erasmus

La commissaria Vassiliou traccia un bilancio del programma Ue per la formazione all’estero. Hanno un’età media di 22 anni, sono principalmente ragazze (61%) e dispongono di una laurea di primo ciclo, ottenuta in almeno tre anni di corsi. È il profilo della “generazione Erasmus”, ovvero i 270mila studenti che nel corso del 2012-2013 hanno scelto di trascorrere un periodo di formazione in un Paese europeo … Continua a leggere Giovani: cifre da record per Erasmus »

Giovani di Sarajevo: il sogno di andare il desiderio di restare

I loro sogni si scontrano con una dura realtà. Le alluvioni dello scorso maggio hanno messo in ginocchio la città e l’intera Bosnia, colpendo 4 milioni di persone e rendendo inagibili più di 100mila case. Qui resistono, purtroppo, antiche barriere etniche e religiose. Il rammarico: “Si parla solo della guerra e poco della nostra voglia di rinascita”. La voglia di costruire qui, il loro futuro. … Continua a leggere Giovani di Sarajevo: il sogno di andare il desiderio di restare »

Dagli eurocritici la spinta a ridurre le distanze con i cittadini impoveriti

Guntram B. Wolff, direttore di Bruegel, think tank con sede a Bruxelles: “È un bene per la democrazia avere parlamentari critici che costringano i parlamentari pro-integrazione a concentrarsi maggiormente su ciò che i cittadini vogliono davvero”. In primo luogo la crescita e l’occupazione, senza trascurare la politica di buon vicinato. In Ucraina, infatti, si gioca la partita dell’energia. Con le elezioni del Parlamento europeo si … Continua a leggere Dagli eurocritici la spinta a ridurre le distanze con i cittadini impoveriti »

Voto Ue: tengono gli europeisti. Euroscettici divisi

Per la prima volta dal 1979, quando l’Europarlamento fu votato direttamente dai cittadini, l’astensione non cresce: il numero dei votanti è sicuramente modesto (43%), ma in linea con quello del 2009. All’Eurocamera irrompe la politica vera e propria, fatta di consensi elettorali, partiti, programmi, leader, strategie e alleanze. Il nome del prossimo presidente della Commissione ne sarà una riprova Il primo dato, incontrovertibile trattandosi dell’elezione … Continua a leggere Voto Ue: tengono gli europeisti. Euroscettici divisi »

Elezioni: votare si deve, nonostante tutto

Più facile recarsi alle urne per le Amministrative. Più complicato trovare le motivazioni giuste per il rinnovo del Parlamento europeo. Abbiamo una moneta comune, ma dobbiamo ancora gettare le basi per una politica comune. Accadrà questa volta, pur in presenza di una forte spinta nazionalista e populista? Difficile dirlo. Magari sarà più facile trovare le motivazioni nei 4095 Comuni, o nelle due Regioni, che il … Continua a leggere Elezioni: votare si deve, nonostante tutto »

Youth Guarantee, una Garanzia Giovani che parla la lingua dell’Europa

Era la fase iniziale del governo Letta, quando è stata issata la bandiera della Youth Guarantee, un nuovo meccanismo contro la disoccupazione giovanile finanziato dalla U.E. per affrontare un dramma che tocca 5,7 milioni di giovani nel vecchio continente e che prevede l’ambizioso progetto di inviare un’offerta di lavoro a tutti i giovani europei sotto i 25 anni entro quattro mesi dalla fine degli studi … Continua a leggere Youth Guarantee, una Garanzia Giovani che parla la lingua dell’Europa »