Sport

Scopigno Cup: vince la Juve 2-1 la finale contro la Lazio

La Juve vince il 28° Scopigno Cup Amatrice - Rieti World Football Tournament Under 17, memorial Manlio e Loris Scopigno. Ad Amatrice, sul campo "Paride Tilesi" è andata in scena l'emozionante sfida

La Juve vince il 28° Scopigno Cup Amatrice – Rieti World Football Tournament Under 17, memorial Manlio e Loris Scopigno. Ad Amatrice, sul campo “Paride Tilesi” è andata in scena l’emozionante sfida. La manifestazione è stata organizzata dall’Asd Scopigno Cup grazie al sostegno di CRAI TIRRENO, INTESA SANPAOLO, POSTE ITALIANE, ERG, DISPLAYED e i tanti sponsor che hanno reso possibile operare anche se nel rispetto delle normative Covid-19. La Juve va in vantaggio per 2-0 e poi la Lazio su rigore tenta la rimonta non riuscita.

Nella finale per il terzo e quarto posto tra il Lugano ed il Pescara Calcio l’hanno spuntata gli abruzzesi che hanno dilagato per 12-3 contro gli svizzeri.
A dare il calcio d’inizio oggi pomeriggio è stata una leggenda del calcio italiano ed inglese: Paolo Di Canio.

«Queste zone ferite dal sisma -ha detto Di Canio- attraverso queste manifestazioni possono ripartire. Speriamo di rivedere presto qui un po’ di normalità».

La finale è iniziata con un minuto di silenzio in memoria delle vittime del sisma: l’inno d’Italia è stato cantato dal vivo dal mezzosoprano Chiara Ariè, cantante, cantautrice e pianista di pop opera, impegnata nella promozione del nuovo singolo in Italia “A DOMANI“ che uscirà nel mese di settembre. Un brano dedicato alla forza dell’unione, nella meraviglia dell’affrontare il futuro uniti, come persone, popolo e patria. Un brano che racchiude in sé un messaggio di forza e speranza, un messaggio che in questo momento abbraccia una situazione storica di difficoltà e solitudine. Come dice la cantante «potersi dire a domani è meraviglioso, esisterci è un sogno in più», una campagna social da lei avviata attraverso la sua pagina chiara.arie che porta il nome #adomani

Quest’anno è stato istituito anche il premio Miglior Centrocampista intitolato alla memoria di Alfredo Battella.

Ospite del torneo oggi, anche l’ex calciatore Stefano Mauri che ha ricevuto in omaggio dal Presidente dell’ASD Scopigno Cup, Fabrizio Formichetti, la maglia del torneo ed ha partecipato alle premiazioni.

«Chiudiamo questa edizione ridotta causa Covid ma sempre di qualità con ben 9 nazionali in campo nella finale -ha spiegato il Presidente dell’ASD Scopigno Cup Fabrizio Formichetti- non posso che ringraziare gli sponsor che sono il nostro motore e dare già appuntamento per il prossimo anno dal 2 al 5 settembre 2021 quando contiamo di ripartire tornando alle squadre estere come il Palmeiras ed il Barcellona».

I premiati:

Premio miglior portiere “Felice Pulici”: SCAGLIA SIMONE (F.C. Juventus)
Miglior Giocatore della Finale: LEDONNE NICOLO’ (F.C. Juventus)
Miglior Giovane Promessa Premio “Fersini”: TROISE ANTONIO (S.S.LAZIO)
Premio Miglior Difensore: BEDINI FILIPPO (S.S.LAZIO)
Premio Miglior Giocatore: TURCO NICOLO’ (F.C. JUVENTUS)
Premio Fair Play “Torquato Cocuccioni”: F.C. LUGANO
Premio Miglior Cannoniere: DAGASSO DAVIDE (PESCARA)
Premio Vincitore Girone: F.C. JUVENTUS
Miglior Allenatore del Torneo: PEDONE FRANCESCO (F.C. Juventus)
Premio Miglior Promessa Portieri: MAGRO FEDERICO (S.S. LAZIO)
Premio Giocatore Più Giovane: BENGONDO SAMUELE (F.C. LUGANO)
Premio Platinum Goal: SERAFINI DAVIDE (LAZIO)
Premio Miglior Centrocampista “Alfredo Battella”: DORADIOTTO GIULIO (F.C. JUVENTUS)
Premio Miglior Difensore: SCIPIONI FILIPPO (PESCARA CALCIO)
Premio Disciplina “Luigi Festuccia”: F.C. LUGANO
PRIMO CLASSIFICATO: Juve
SECONDO CLASSIFICATO: Lazio
TERZO CLASSIFICATO: Pescara Calcio
QUARTO CLASSIFICATO: F.C. Lugano

FINALE 1° e 2° POSTO: F.C. JUVENTUS – S.S. LAZIO (-) – Amatrice – Stadio “Paride Tilesi”
F.C. Juventus: Scaglia, Ventre (68’ Marangoni), Rouhi, Ledonne (45’ Valdesi), Dellavalle, Nobile, Hasa (59’ Blesio), Maresca, Galante (45’ Strijdonck), Doratiotto (64’ Pellitteri), Turco. A disp. Antolini, Elefante, Marangoni. All. Pedone.
Lazio: Magro, Bedini, Quaresima, Mancini, Ruggeri, Del Mastro, Marafini (60’ Milani), Troise (68’ Serafini), Crespi (60’ Tallini), Napolitano, Legnante. A disp. Sternini, Nannini, Abatneh, Nori. All. Alboni.
Arbitro: Prencipe di Tivoli (Iacca-Arcidiacono).
Marcatori: 13’ Hasa (J), 22’ Galante (J), 39’ Mancini (L) (r).
Ammoniti: Ventre (J)
Espulsi: 59’ Mancini (L) per doppia ammonizione.

FINALE 3° e 4° POSTO: PESCARA – LUGANO (12-3) – Rieti Stadio “Gudini”
Pescara: Mattia, Savarese, Capaldo, D’Innocenzo, Padalino, Scipione, Rega, Canale, Di Dio, Mandrone, Di Meo. A disp: Gallo, Colarelli, Marchegiani, Dagasso, Rossi, Dyeye, Scipioni. All. D’Alesio.
Lugano: Genovese, Bonvin, Mazzucottelli, Tamburini, Frangioni, Krasniqi, Albisetti, Carrasco, Rezia, Poretti, Knduka. A disp: Carpentieri, Pellegrini, Rosa, Perri, Jammetti, Bengondo, Moccetti. All.Pugliese
Marcatori: 2’ Scipione (P), 9’ Knduka (L), 16’ Di Meo (P), 30’ Carrasco (L), 38’ Di Dio (P), 45’ Padalino (P), 47’ Dagasso (P), 48’ Di Meo (P), 53’ Pellegrini (L), 57’ Canale (P), 72’ Dyeye (P), 80’ Dagasso (P), 85’ Dagasso (P), 88’ Marchegiani (P), 89’ Dyeye (P)

Rispondi