Sanità: la Regione risparmia con le gare comunitarie centralizzate

Con la gara comunitaria centralizzata la Regione Lazio ha risparmiato 9 milioni di euro per l’acquisto di pannoloni per l’incontinenza. Il tutto dando priorità nel punteggio alla qualità del prodotto che è stato testato nei laboratori specializzati della Camera di Commercio di Milano: quello acquistato ha superato tutte le prove. La gara è stata fatta su tre lotti e aggiudicata lo scorso 14 marzo per tre anni ad un importo complessivo pari a poco meno di 31 milioni, equivalenti a circa 10 milioni l’anno.

La spesa storica annuale registrata in tutte le aziende è risultata pari a 13 milioni l’anno. Il risparmio dunque è di tre milioni annui che sale a nove su base triennale.

Con questa gara si chiude la stagione del caos per l’acquisto dei pannoloni per l’incontinenza. Un prodotto di largo consumo, pagato spesso somme molto diverse da Asl ad Asl e da ospedale ad ospedale, e che era finito agli onori della cronaca per vicende legate a malasanità e mazzette.

Con le gare centralizzate, invece, episodi simili non si ripetono più.Gli ausili acquistati, per il 90% sono destinati alla consegna domiciliare e saranno gestiti, secondo le regole previste nel capitolato di gara, in base ad un meccanismo di remunerazione basato su un costo forfettario a giornata per utente, indipendentemente dalla quantità di ausili utilizzati. Un meccanismo già sperimentato da tempo in regioni come l’Emilia Romagna, la Sicilia, la Toscana.

Rispondi