Musica

Piacevole strenna musicale con il concerto dell’Epifania nella Basilica di Sant’Agostino

L'iniziativa ha visto per protagonisti il coro polifonico della basilica intitolato a Giuseppe Rosati assieme ai ragazzi della sede reatina del Conservatorio Santa Cecilia sotto la direzione del maestro Emanuele Ciogli

Una graditissima strenna musicale, il pomeriggio del 6 gennaio, quella offerta ai convenuti nella basilica parrocchiale di Sant’Agostino, con il concerto dell’Epifania che ha visto per protagonisti il coro polifonico della basilica intitolato a Giuseppe Rosati assieme ai ragazzi della sede reatina del Conservatorio Santa Cecilia.

Sotto la direzione del maestro Emanuele Ciogli, un bel repertorio dei canti più noti della tradizione natalizia sacra e profana (da Adeste fideles a Tu scendi dalle stelle, da Stille nacht a Bianco Natale, da Gloria in excelsis Deo al superbo Cantique de Noël di Adam) più altri due classici del canto sacro come l’Ave verum di Mozart e l’Ave Maria attribuita ad Arcadelt, e una chicca del repertorio spiritual quale Amazing grace.

Con le voci dei coristi, tre bravi solisti, i soprani Federica Rinaldi ed Elisabetta Rossi e il tenore Stefano Rossi. Belli gli arrangiamenti appositamente curati dal giovane Simone Coccia, tromba del piccolo organico orchestrale formato da diversi altri giovani del Conservatorio con violini, viola, violoncello, tiorba, clarinetto contrabbasso, saxofono e flauto, mentre al pianoforte è giunto a dare manforte un docente, il maestro Domenico Poccia.

Un’oretta piacevole, che ha meritato gli applausi convinti del pubblico e il ringraziamento espresso alla fine dal parroco don Marco Tarquini.

Rispondi