Chiesa

Papa Francesco sceglie sei donne per il Consiglio per l’economia

Ci sono anche 7 laici, tra i quali 6 donne, tra i 13 nuovi membri dell'organismo istituito da papa Francesco il 24 febbraio 2014. L'unico uomo è Alberto Minardi, già Ceo della Cattolica Assicurazione

Ci sono anche sette laici, tra i quali sei donne, tra i tredici nuovi membri del Consiglio per l’Economia, l’organismo istituito da Papa Francesco il 24 febbraio 2014, con la Lettera Apostolica Fidelis dispensator et prudens, con il compito di sorvegliare la gestione economica e vigilare sulle strutture e sulle attività amministrative e finanziarie dei Dicasteri della Curia Romana, delle Istituzioni collegate con la Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano.

Il Papa ha scelto sei cardinali: Péter Erdő, arcivescovo di Esztergom-Budapest; Odilo Pedro Scherer, arcivescovo di San Paolo; Gérald Cyprien Lacroix, arcivescovo di Québec; Joseph William Tobin, arcivescovo di Newark; Anders Arborelius, vescovo di Stockholm; e Giuseppe Petrocchi, arcivescovo de L’Aquila. Ad essi si aggiungono un uomo, Alberto Minali, e sei donne: Charlotte Kreuter-Kirchhof, Eva Castillo Sanz, Leslie Jane Ferrar, Marija Kolak, Alberto Minali, María Concepción Osákar Garaicoechea e Ruth Maria Kelly. Si tratta del numero più alto di donne, scelte con un’unica nomina, per incarichi all’interno del Vaticano anche se papa Francesco ha già assegnato al mondo femminile posti importanti come quello di direttrice dei Musei Vaticani.

Alberto Minali è l’ex ceo del gruppo Cattolica Assicurazioni con un passato alle Generali e all’Eurozona.

La professoressa tedesca Charlotte Kreuter-Kirchhof, docente di diritto pubblico nazionale e internazionale presso l’Università Heinrich-Heine di Düsseldorf, presiede l’Associazione Hildegaris, un movimento di donne cattoliche in Germania che sostiene le studentesse in difficoltà. Marija Kolak, tedesca, ha lavorato presso la Berliner Volksbank e attualmente è presidente della Bundesverbandes der Deutschen Volksbanken und Raiffisenbanken. È sposata e ha tre figli.

Maria Concepcion Osacar Garaicoechea, spagnola, è socio fondatore del Gruppo Azora e presidente del Consiglio di amministrazione di Azora Capital e di Azora Gestion, SGIIC. È laureata in legge presso l’Università Autonoma di Madrid. È sposata e ha due figlie. Eva Castillo Sanz, spagnola, laureata in Giurisprudenza e in Economia e Commercio presso la Pontificia Università di Comillas a Madrid. Attualmente siede nel Consiglio di amministrazione di Bankia S.A, nel Consiglio di amministrazione di Zardoya Otis S.A e nel Consiglio di amministrazione della Fundación Comillas-ICAI e della Fundación Entreculturas. È laureata in legge presso l’Università Autonoma di Madrid. È sposata e ha due figlie.

Leslie Jane Ferrar, tesoriera del principe Carlo d’Inghilterra dal 2015 al 2017. Ha studiato ad Harvard e all’università di Durham. Infine Ruth Maria Kelly ha fatto parte del governo laburista dei governi di Tony Blair e Gordon Brown tra il 2004 e il 2008 come ministro dell’istruzione per poi diventare responsabile della strategia clienti del gruppo “HSBC Global Asset Management”. In questo momento è vicerettrice della università londinese cattolica “St. Mary” a Twickenham.

da avvenire.it

Rispondi