Narrazione sperimentale: incontro con il foto reporter Marco Salustro

Teatro Alchemico e Provincia di Rieti, attraverso il progetto promosso da Anci “RIpartiamo - nuovi modi di raccontare per RIscoprire e RIvisitare il territorio” comunicano l’inizio della formazione e della messa in pratica partecipata per la creazione del “Centro di Ricerca di Narrazione Sperimentale”.

Teatro Alchemico e Provincia di Rieti, attraverso il progetto promosso da Anci “RIpartiamo – nuovi modi di raccontare per RIscoprire e RIvisitare il territorio”, cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile, comunicano l’inizio della formazione e della messa in pratica partecipata per la creazione del “Centro di Ricerca di Narrazione Sperimentale”. L’incontro avrà luogo domani, venerdì 13 Aprile la mattina, presso l’aula Consiliare del Comune di Rieti dalle 9 alle 13, e il pomeriggio presso la VI Comunità Montana Del Velino a Posta, dalle 14:30 alle 17:30 nella sala Don Milani del progetto “Velino For Children”.

Il primo incontro sarà condotto da un formatore d’eccezione, Marco Salustro, foto reporter di guerra, con cui inizieremo questo viaggio alla scoperta di una nuova metodologia per raccontare il territorio. In questa occasione si tracceranno inoltre le linee guida del progetto insieme ai partecipanti e ai formatori, per pensare insieme il miglior modo di percorrere quest’avventura. Interverrà anche Edoardo Spallazzi, regista e scrittore del reatino e vincitore del premio letterario – Primo Classisificato “Il volo di Pegaso V” – Centro Nazionale Malattie Rare 2013, che sarà formatore e coordinerà i ragazzi durante tutto il progetto.

Ringraziamo la VI Comunità Montana del Velino, il programma di interventi psico – socio – educativi “Velino For Children” attivo fin dalle prime ore successive al sisma del 24 agosto a sostegno attivo delle popolazioni colpite dal tragico evento, l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Rieti per la sua preziosa collaborazione ed attenzione al progetto e tutte le Associazioni e  tutti partner di progetto che collaborano e sostengono per l’inizio di qualcosa di continuativo e duraturo per ri-narrare le nostre terre.

L’incontro, oltre ad essere destinato ai 24 ragazzi tra i 16 e i 35 anni aderenti al percorso di costruzione del centro di ricerca di narrazione sperimentale, è anche aperto al pubblico e ai cittadini.

Rispondi