Mons. Domenico Pompili: Natale è vivere nell’incontro

Un Natale da vivere nell’incontro, nella vita quotidiana, nella scoperta di ciò che è piccolo e segnato dal limite: è l’invito che il vescovo ha ricavato dalle letture della IV domenica di Avvento. Una dimensione da cogliere al posto delle «ricorrenti polemiche sul Natale consumista o sul presepe oggetto di contestazioni» per essere presenti all’incontro fondamentale, quello che ha fatto sobbalzare il Battista nel grembo di Elisabetta nel sentire la voce di Maria.

«Alla vigilia del Natale il nostro sguardo è attirato da due donne – ha sottolineato mons. Pompili – e chi più di due donne può lasciarci intendere cos’è la nascita? Maria è giovanissima, forse quattordicenne, e decide di andare dalla sua anziana cugina. Entrambe sono segnate da una gravidanza imprevista – aggiunge il vescovo – ma quello che colpisce di questo incontro è l’incrocio di parole e di silenzi, di gesti e di pensieri»

Una dinamica che ha al centro la presenza fisica. Un richiamo anche per noi: «Lo sottolineo perché ai nostri giorni abbiamo tante altre possibilità di entrare in comunicazione e sono certamente delle straordinarie opportunità, ma non dobbiamo dimenticare quella faccia a faccia, a tu per tu».

Clicca qui per vedere il video su YouTube.

Rispondi