Televisione

L’omaggio della Rai per gli ottant’anni di Bernardo Bertolucci

In occasione degli 80 anni dalla nascita del regista, martedì 16 marzo e nei giorni seguenti, la Rai rende omaggio al premio Oscar e Leone alla Carriera con alcuni dei suoi più grandi capolavori

Una giornata fitta di appuntamenti dedicati al grande maestro Bernardo Bertolucci. In occasione degli 80 anni dalla nascita del regista, produttore, poeta e gigante del cinema internazionale, martedì 16 marzo e nei giorni seguenti, Rai rende omaggio al premio Oscar e Leone alla Carriera con alcuni dei suoi più grandi capolavori, tra pellicole e documentari in un ritratto arricchito dalle testimonianze di quanti hanno avuto l’occasione di conoscerlo e di lavorare con lui.

Un palinsesto trasversale che interesserà Tv, Radio e web. Si parte con RaiStoria subito dopo la mezzanotte (00.05 e 8.30, 11.30, 14.00, 20.00) con il racconto della trasmissione “Il giorno e la storia” che ripercorre la vita e la carriera del regista, dagli esordi alla consacrazione del suo genio a livello internazionale. Nel cuore della notte su Rai Movie sarà protagonista il film cult “Ultimo tango a Parigi”, con Marlon Brando, Maria Schneider e la fotografia di Vittorio Storaro. Una pellicola del 1972, tra le più controverse del decennio che, ambientata negli anni 70, racconta un’intensa relazione sentimentale tra due sconosciuti.

Alle prime luci dell’alba si passa su Rai Premium che alle 5.55 trasmette “La via del petrolio”, il documentario firmato da Bertolucci nel 1967 che descrive le tappe del viaggio dell’oro nero, dall’estrazione in Iran alla raffinazione nel cuore dell’Europa. Si torna su Rai Storia alle 12.30 per il documentario di Sandro Dionisio “Costellazione Bertolucci”, un lavoro che intreccia testimonianze, ricordi, materiali d’archivio all’intervista che Dionisio fece a Bertolucci nel 2016 proprio nella casa del grande regista.

A uno dei più celebri capolavori del Maestro è dedicata la prima serata di Rai Movie che il 16 marzo alle 21.10 propone il film ““Novecento”, un grandioso affresco storico e melodrammatico del 1976, dal cast stellare con in testa Robert De Niro, Burt Lancaster, Gérard Depardieu e Donald Sutherland.

Un’ampia offerta dedicata sarà disponibile su RaiPlay che proprio da martedì 16 proporrà: “La strategia del ragno”, film diretto da Bertolucci nel 1970; “Bertolucci secondo il cinema”, il documentario del 1976, realizzato da Gianni Amelio sul set del film “Novecento”; “Cinque mondi”, un documentario del 2015 su 5 modi di interpretare il cinema, in cui la figura di Bertolucci viene confrontata con quelle di Benigni, Salvatores, Sorrentino e Tornatore.

E ancora, “Bernardo Bertolucci – Signor Oscar”, una lunga intervista di Antonello Aglioti al regista, per il ciclo “Incontri Ravvicinati”. I contenuti saranno visibili nella home page di RaiPlay e nelle sezioni Da Non Perdere, Film, Documentari e Teche. Un’ ulteriore collezione di interviste sarà disponibile anche nella sezione Programmi.

Sempre per ricordare il grande regista nell’80° anniversario della nascita, il 16 marzo il Portale di Rai Cultura propone la visione di “Au revoir Bertolucci, uomo del Novecento”, la serata di gala in onore del regista italiano che si è svolta al Teatro Argentina nel 2018. Attori italiani e internazionali, colleghi registi, collaboratori e amici di Bertolucci si sono avvicendati sul palco per dirgli arrivederci a pochi giorni dalla sua scomparsa, avvenuta il 26 novembre 2018.

L’omaggio Rai a Bernardo Bertolucci continua anche il 18 marzo, on air su Rai Radio3, con la trasmissione Hollywood Party che dedicherà al Maestro del cinema una puntata monografica. Ospiti della trasmissione condotta da Steve Della Casa ed Enrico Magrelli saranno la moglie del regista Claire Peploe – a sua volta sceneggiatrice – e Tiziana Lo Porto, curatrice del volume Bernardo Bertolucci. Cinema la prima volta (Minimum Fax) e redattrice del sito bernardobertolucci.org.

E ancora, il canale digitale Rai RadioLive, venerdì 19 marzo alle 9, con il programma “Stazioni d’Italia” ricorda Bretolucci. Valentina Lo Surdo e il suo ospite, Gian Luca Favetto – scrittore, critico cinematografico, autore e conduttore radiofonico – partono dalla stazione di La Spezia per ripercorrere il Ponente Ligure, le Cinque Terre e poi passare per Riomaggiore: stazione da dove parte il treno dei manifestanti su cui sale Olmo bambino (uno dei due protagonisti del grande affresco di “Novecento”, film capolavoro del regista) per partecipare con gli altri contadini ad una manifestazione di protesta. “Stazioni d’Italia” si ascolta al link www.radiolive.rai.it, oppure su RaiPlay Radio e su tutti i device digitali.

Ufficio Stampa Rai

Rispondi