La Pia Unione premiata con il “Sabino d’Oro 2012”

In una Chiesa di S. Francesco gremita di fedeli – a margine della Messa pontificale serale di mercoledì scorso officiata da S. E. Mons. Girotti – il priore della Pia Unione di S. Antonio Marino Flammini ha ritirato il 28° Premio “Il Sabino d’Oro” del Rotary Club di Rieti. Presenti il Sindaco Simone Petrangeli, i Consiglieri Regionali Lidia Nobili ed Antonio Cicchetti, il Presidente della Fondazione Varrone Innocenzo De Sanctis, il vescovo di Rieti Mons. Delio Lucarelli ed i vertici militari provinciali.

Il premio “Il Sabino d’Oro” istituito nel 1975, consiste in una placca d’oro su legno di ulivo e raffigura l’immagine del “Guerriero Sabino”; l’opera è un’incisione di Alessandro Melchiorri su disegno originale dell’indimenticato Adeodato Ciotti.

Il Presidente del Rotary Paolo Gianfelice – nel dare pubblica lettura della motivazione – ha ricordato la «funzione sociale e culturale di alto profilo svolta nel custodire la devozione Antoniana a Rieti che è espressione della più sentita religiosità popolare , nonché l’impegno per la conservazione ed i restauri nella Chiesa di S. Francesco».

«La Pia Unione – ha detto Gianfelice – è impegnata in attività ispirate al francescanesimo per la pace e la solidarietà a favore di più deboli ; nei suoi duecento anni di storia ha saputo dare grande visibilità alla città di Rieti, conquistando la fiducia della gente ed ottenendo apprezzamento e rispetto anche tra i non credenti».

Il Priore Flammini nel ringraziare il Rotary, ha rinnovato l’impegno della Pia Unione a migliorare la sua azione a favore della città; ha quindi proceduto alla suggestiva cerimonia di premiazione dei veterani della Confraternita.

Rispondi