Parrocchie

La parrocchia di San Michele Arcangelo non dimentica

Sono passati 40 anni da quando durante la Festa del Sole persero la vita Eliseo Rosatelli e Giuseppe Deli: il parroco don Benedetto e la comunità del Borgo si sono riuniti in preghiera per ricordare quanto accaduto

Sono passati 40 anni dalla terribile disgrazia in cui, durante la Festa del Sole, persero la vita, annegando nelle acque del Velino, Eliseo Rosatelli e Giuseppe Deli.

Una ricorrenza così sentita e rimasta nel cuore dei borghigiani non poteva non essere ricordata con un gesto significativo: d’accordo con i familiari, sul posto dove avvenne il tragico fatto – sul Lungovelino Don Giovanni Olivieri, all’altezza della paratia del fiume dopo la Centrale del Latte, proprio dinanzi all’edicola dedicata alla Madonna delle Rose, è stata celebrata una liturgia in memoria dei due scomparsi. Parole toccanti, da parte del parroco don Benedetto, che tra la commozione generale ha rievocato l’accaduto di quattro decenni fa.

La serata si è conclusa con un gesto significativo: una corona di fiori gettata nel punto del fiume in cui gli atleti persero la vita. Don Falcetti ha poi lanciato un invito a restaurare la piccola immagine mariana, resa fatiscente dal tempo.

Un appello che tutti hanno dichiarato di voler accogliere: subito è partita una raccolta fondi e ci si è messi in moto per risistemare l’edicola, chiedendo i dovuti permessi e coinvolgendo il Comune che a suo tempo l’aveva edificata.

Rispondi