Internazionalizzazione, presentato il nuovo servizio di Federlazio

È stato presentato il 25 novembre presso la sede della Federlazio di Rieti di fronte ad una nutrita platea di imprenditori del territorio il nuovo servizio “International Development” che punta a consolidare ed ampliare la competitività sui mercati internazionali delle aziende che già “guardano” oltre ai confini nazionali e ad accompagnare le imprese che ancora non lo hanno fatto in un percorso che, per essere vincente, deve essere strutturato e non occasionale.

Ad illustrare il nuovo servizio di Federlazio, il presidente Riccardo Bianchi, il direttore Giuseppe Scopigno e l’Amministratore Delegato della società del sistema Federlazio Deworld, Gaspare Cracolici.

“È fondamentale che le nostre aziende pensino all’internazionalizzazione come ad un percorso strutturato, e non limitato ad esempio alla singola partecipazione a fiere all’estero – ha detto Scopigno – e questo nuovo servizio di accompagnamento punta proprio a questo, mettendo a disposizione anzitutto strumenti e professionisti che permettono di effettuare un’accurata analisi del contesto del Paese o dei Paesi in cui ci si intende affacciare in modo da costruire una vera e propria strategia di internazionalizzazione di successo. Inoltre, il servizio messo a disposizione da Federlazio si occupa anche di supportare le aziende per quanto riguarda l’import, ovvero l’acquisto da fornitori esteri di materie prime e semilavorati. I casi aziendali illustrati ieri da Cracolici ed il dibattito animato dalle aziende intervenute hanno messo in luce proprio i punti di forza di un servizio particolarmente vantaggioso per le imprese, che permette di disporre di un Export Manager esterno a costi contenuti, basati esclusivamente sui risultati realmente ottenuti”.

Un’opportunità anche in vista della partecipazione ai bandi dell’Accordo di programma, in quanto, ha precisato Scopigno, “i costi di questo servizio che punta ad incrementare l’innovatività e competitività delle imprese attraverso la promozione dell’internazionalizzazione, sia per quanto riguarda l’export che per l’import, sono considerati spese ammissibili”.

L’appuntamento del 25 novembre – il terzo dopo le iniziative focalizzate sulle politiche del lavoro e della sicurezza nei luoghi di lavoro – si inserisce in un ciclo di incontri programmati dalla Federlazio di Rieti per dotare le imprese del territorio di strumenti manageriali in grado di incrementare la loro competitività.

Il prossimo in calendario, dedicato al “Project Management”, è previsto per martedì 1 dicembre 2015, dalle ore 15.00 alle 18.00 presso la sede di Federlazio Rieti (Via Sanizi, n. 2). Organizzato in collaborazione con l’ISIPM (Istituto Italiano di Project Management), il seminario gratuito è rivolto ad imprenditori, professionisti e manager, che intendano approfondire i diversi aspetti della disciplina e gli strumenti operativi, per affrontare con successo nella propria attività lavorativa ogni tipologia di progetto, sia sotto il profilo tecnico che economico.

“La gestione per progetti – ha illustrato Giuseppe Scopigno – è divenuta in questi anni una disciplina universale indipendentemente dal settore in cui si opera, dai servizi al manifatturiero, dalla progettazione alla produzione. In questo contesto, la figura del Project Manager acquisisce un’importanza sempre maggiore per gestire e superare il cambiamento dei processi di lavoro anche nell’ottica del passaggio generazionale, percorso cruciale per il quale le PMI devono dotarsi di strumenti e professionalità adeguate. Diverse strategie nazionali ed internazionali, inoltre, indicano la figura del Project Manager come una delle più richieste dal mercato nel prossimo futuro e sono già moltissimi i bandi di gara in cui il committente richiede ai fornitori di presentare figure di project manager qualificati”.

“Per il management della Piccola e Media Impresa e per quanti si accingono ad assumere la responsabilità di gestione dell’azienda – ha aggiunto Scopigno – il seminario rappresenta un’importante occasione di crescita professionale e personale, che Federlazio ha inteso mettere a disposizione degli operatori economici del territorio della provincia di Rieti, per contribuire alla sua crescita e sviluppo”.

Per la limitatezza dei posti disponibili, si invita a dare conferma della propria presenza ai seguenti recapiti: tel. 0746/205606 – 0746/271696; email: federlazio.rieti@federlazio.it

Rispondi