Il lavoro domenicale rende più difficile coltivare gli affetti

La prospettiva di incentivare il lavoro domenicale, per ragioni economiche e in considerazione delle mutate abitudini sociali, rende più difficile coltivare gli affetti, almeno nel giorno in cui la tradizione cristiana sosta dalle fatiche ordinarie anche per dedicarsi alla preghiera, alla socializzazione e allo svago. La domenica, anche sotto il profilo lessicale ed etimologico, rimanda al concetto di giorno in cui deve essere fatto spazio al Signore: è giorno del Signore e signore dei giorni.

(da

Rispondi