Leonessa

Il Crocifisso di San Damiano a Leonessa. I bambini delle elementari alla scoperta di san Francesco

La fraternità cappuccina di Leonessa ha animato dal 16 al 20 ottobre la preghiera intorno alla presenza della copia del crocifisso, benedetta da Papa Francesco, che sta toccando vari luoghi francescani del Reatino.

«Francesco, va e ripara la mia chiesa che, come vedi, è tutta in rovina!». Sulle note di queste parole pronunciate dal crocifisso di San Damiano a san Francesco d’Assisi all’inizio della sua conversione, la fraternità cappuccina di Leonessa ha animato dal 16 al 20 ottobre la preghiera intorno alla presenza della copia del crocifisso (l’originale è custodito nella chiesa di Santa Chiara in Assisi).

Il simulacro, che ha ricevuto la benedizione di Papa Francesco, dopo aver toccato varie parti della nostra Italia, ora sta toccando la nostra terra francescana reatina e martedì sera, 16 ottobre, la comunità parrocchiale di San Giuseppe da Leonessa si è preparata ad accogliere il crocifisso di San Damiano con la proiezione al cinema Iris di un montaggio cinematografico, con il qualesi evidenziavano alcune scene degli otto film girati su san Francesco, e in particolare nell’episodio dove il crocifisso gli ha parlato ed ha pronunciato le parole sopra citate.

Proveniente da Amatrice, il crocifisso ha sostato presso la comunità di Terzone nella struttura donata dalla Caritas nazionale, dove il giovane Pietro Costantini ha esposto ai numerosi fedeli presenti la ricchezza iconografica dell’opera. La santa Messa presieduta da don Giovanni Gualandris e concelebrata da frate Orazio Renzetti, parroco di Leonessa, ha dato inizio appunto ai giorni spirituali legati a questo simbolo del francescanesimo.

Nella stessa mattinata il crocifisso è stato portato nella scuola materna di Villa Gizzi, nelle elementari di Terzone e nelle medie di Leonessa, dove i bambini e i ragazzi hanno potuto ascoltare parole di spiegazione riguardanti la figura di san Francesco e del crocifisso. L’attenzione dei ragazzi e dei docenti, l’entusiasmo dei più piccoli ha sicuramente trovato spazio nel cuore e nella preghiera del serafico padre san Francesco.

Nei giorni che andavano dal 17 al 20 ottobre, nella struttura Caritas di Leonessa si sono avuti vari momenti di preghiera tra cui una adorazione della croce, una veglia vocazionale e una penitenziale, oltre a una video catechesi di padre Raniero Cantalamessa proprio sul crocifisso di Assisi. Con la celebrazione delle Lodi mattutine di sabato 20 ottobre, il crocifisso ha lasciato Leonessa, nelle mani di padre Renzo Rocchi, per raggiungere il santuario francescano di Poggio Bustone.

Rispondi