Il 12 agosto a Roccasalli di Accumoli torna la sagra della Pasta del Vergaro

Si svolgerà il 12 agosto presso la frazione Roccasalli di Accumoli, uno degli appuntamanenti gastronomici più attesi della zona, con l’ottava edizione della Sagra della pasta del Vergaro, organizzata dall’Associazione Pro Roccasalli.

«Quando le greggi transumavano dalle campagne romane ai pascoli montani -spiegano gli organizzatori- erano accompagnate da un’intera struttura di uomini con incarichi e responsabilità ben codificate: tra questi vi era appunto il Vergaro, responsabile della gestione di tutti i pastori, dei loro spostamenti, della spesa necessaria al loro mantenimento, della custodia e manutenzione dei prodotti caseari». Da qui l’idea di riproporre un piatto che ha molto in comune con i “cugini” dell’Amatriciana e della Gricia.

Il 12 agosto, dunque, si comincia alle ore 15 con la fiera di Roccasalli, stand di prodotti tipici ed una mostra di antiche fotografie e vecchi attrezzi inerenti proprio la pastorizia. Alle ore 17,30 si aprirà la sagra con la degustazione del piatto. Alle ore 22 si svolgerà l’estrazione della lotteria del Vergaro.

Da segnalare un altro evento tipico che quest’anno celebra il suo quinto anno. Stiamo parlando della quinta edizione del torneo di Morra, che si svolgerà nel pomeriggio del 13 agosto, a partire dalle 14,30. Organizzata dall’ALAM, con il patrocinio dell’associazione Pro-Roccasalli e del Comune di Accumoli, la manifestazione è riservata ai tesserati di associazioni sportive affiliate alla FIGeST-CONI. Il tesseramento sarà possibile con ALAM, fino al momento dell’inizio del torneo. In assegnazione il titolo italiano 2011 per le categorie: singolo, coppia e terna.

RICETTA DELLA PASTA DEL VERGARO (4 persone)
400 gr. pasta (gomiti o mezze maniche), ventresca gr.150, ricotta fresca gr.80, ricotta secca gr.70, pecorino, sale, pepe nero macinato, meno di 1/4 di bicchiere di acquavite.

PREPARAZIONE: tagliare a cubetti la ventresca, rosolarla e sfumarla con l’acquavite in una padella capiente; a parte preparare le ricotte aggiungendovi, sale e pepe quanto basta e lavorarle insistentemente con una forchetta. Cuocere la pasta, scolarla e riversarla nella padella della ventresca. Mantegare, aggiungendo la ricotta precedentemente preparata, 1/2 bicchiere di acqua della cottura e pecorino grattugiato quanto basta, spolverare con ricotta secca.

Rispondi