È Monsignor Domenico Pompili il nuovo vescovo di Rieti

Monsignor Domenico Pompili è il nuovo vescovo di Rieti. Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi presentata da monsignor Delio Lucarelli e ha nominato vescovo mons. Pompili, del clero della diocesi di Anagni-Alatri, sotto-segretario della Conferenza episcopale italiana e direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali.

L’annuncio del nome del nuovo vescovo nella diocesi di Rieti è stato fatto da monsignor Delio Lucarelli nella chiesa di San Domenico, alla presenza del Collegio dei Consultori e dei tanti che hanno voluto unirsi nella preghiera e nella gioia per accogliere la notizia del nominativo del nuovo Pastore, che accompagnerà la Chiesa reatina nel cammino di fede.

Mons. Pompili è nato a Roma il 21 maggio 1963 ed è stato ordinato sacerdote il 6 agosto 1988 per la diocesi di Anagni-Alatri. Ha conseguito la licenza (1990) e il dottorato (2001) in Teologia morale presso la Pontificia università Gregoriana in Roma.

Dopo l’ordinazione ha ricoperto vari ministeri. Dal 1988 al 1999 ha svolto il ministero nella diocesi di Anagni-Alatri in qualità di segretario del vescovo e direttore dell’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali. È stato contestualmente parroco in Vallepietra (Roma). Dal 2000 al 2006 ha svolto il ruolo di vicario episcopale per la pastorale, continuando a occuparsi delle comunicazioni diocesane; al contempo è stato assistente unitario dell’Azione cattolica diocesana.

Inoltre è stato parroco nella Concattedrale di Alatri (2000-2005). Nell’ottobre 2005 è stato nominato aiutante di studio della Segreteria generale della Cei, con incarichi presso Sat2000 e Radio in-Blu. Dal 2007 è direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali e, dal 2009, è sotto-segretario Cei. Fra gli altri incarichi, mons. Pompili è nel Consiglio di amministrazione di Avvenire.

Rispondi