Danza: “L’insalata sotto il Cuscino” al Vespasiano

È andato in scena nella serata del 30 marzo al Vespasiano “L’insalata sotto il Cuscino”, spettacolo di danza ispirato al libro omonimo del professor Stefano Vicari. Il volume è composto di sette racconti, sette storie di anoressia, depressione, schizofrenia, ansia, ossessioni, compulsioni… I protagonisti dei racconti, però, non sono gli stessi disturbi né, tantomeno, adulti delusi e logorati da una vita stressante e piena di amarezza. I protagonisti dei nostri racconti sono ragazzi, adolescenti poco più che bambini, che nonostante la giovane età si misurano con disturbi spesso invalidanti. Qualcuno potrebbe ritenere che il fenomeno riguardi una esigua minoranza. Purtroppo non è così.

Forte di estese ricerche scientifiche e di una lunga esperienza “sul campo”, Stefano Vicari, neuropsichiatra infantile, ha deciso di raccontare una realtà tanto dolorosa quanto poco conosciuta: la malattia mentale negli adolescenti. Dalle sue pagine emergono così storie individuali, volti e nomi di ragazze e ragazzi, e dei loro genitori, che soffrono, che lottano, che percorrono con coraggio la strada verso la guarigione. Storie drammatiche e toccanti, e anche cariche di speranza, che aiutano in concreto e senza terrorismi a superare i pregiudizi e ad affrontare con piena consapevolezza la realtà.

Lo spettacolo ha visto impegnati gli allievi delle scuole di danzadell’associazione Danza Ccentro Italia, presieduta da Marella Vesseri: Tecno Studio Dance Terni, Proscenium Centro Formazione Danza Terni, Umbria Ballet Bastia Umbra, Solo Danza Terni, Centro Culturale Cygni Rieti, Spazio Danza Foligno, Centro Arades Rieti. Progetto culturale di Giulia Coliola e Arturo Cannistrà; regia di Arturo Cannistrà; educational performer, Grazia Cundari; musiche curate da Alessandro Baldrati; voce narrante, Enrico Vagnini; bozzetti dei costumi, Claudia Bellini; video, Luca di Bartolo.

Foto di Massimo Renzi

Rispondi