Cultura

Betlemme: battistero bizantino scoperto nella Basilica della Natività

In arrivo archeologi per datare il ritrovamento. La scoperta è un ulteriore contributo alla ricostruzione storica della Basilica e della sua tradizione cristiana

“Un gioiello splendido e di squisita fattura”. Lo afferma Giammarco Piacenti, responsabile dell’azienda di Prato che lavora da tempo al restauro della Basilica della Natività a Betlemme. Si tratta di “un fonte battesimale circolare che si pensa di origine bizantina, poi traslata in epoca crociata”. La scoperta è stata confermata da Ziad al-Bandak, capo del Comitato presidenziale palestinese che coordina il recupero della Basilica. “Rinvenuto – ha spiegato Bandak alla Wafa – durante i lavori in corso nella parte sud della chiesa. Era nascosto nel fonte battesimale ottagonale esistente, di pietra simile a quella delle colonne”.

La datazione

“Lo staff archeologico all’opera nella Basilica, racconta Giammarco Piacenti a Radio Vaticana Italia, sta analizzando tutti gli strati tra i due fonti battesimali per aiutare nella datazione dei reperti. Adesso a Betlemme arriveranno anche esperti internazionali per dare una datazione al ritrovamento. Il fonte battesimale è venuto alla luce quando il gruppo di lavoro incaricato del restauro, stava facendo “l’analisi archeologica degli strati che occludono l’interno del pozzo”. Il ritrovamento è l’ultimo in ordine di tempo da quando nel 2013 la ditta toscana ‘Piacenti Spa’ è al lavoro alla Basilica della Natività. Si ricorda, anche la scoperta del settimo angelo in una processione angelica, realizzato a mosaico e datato XII secolo.

Luca Collodi per Vatican News

Rispondi