Salute

Vaccini: Rieti a quota 13.000. La Asl: «Ecco chi vaccineremo nei prossimi giorni»

In due mesi, in provincia di Rieti, vaccinate oltre 13 mila persone. Da oggi al via le prenotazioni per le classi di età 78 e 79 anni. Sabato parte la vaccinazione pazienti SLA e Caregiver

«Stiamo procedendo senza soluzione di continuità per accelerare sulla Campagna vaccinale anti-covid19 in provincia di Rieti. È necessario fare presto, per vaccinare nel più breve tempo possibile il numero maggiore di persone e lo stiamo facendo, senza indugi, per categorie e classi di età secondo quanto stabilito dal Ministero della Salute e dalla Regione Lazio. In soli due mesi abbiamo vaccinato tutto il personale sanitario aziendale, gli operatori e gli ospiti delle 74 strutture socio sanitarie e socio assistenziali presenti sul territorio».

La Asl di Rieti fa il punto sulla campagna vaccinale spiegando che con «un’adesione dell’80% del totale, in poco meno di un mese, abbiamo vaccinato circa 3 mila over 80 anni della provincia di Rieti», presso i centri vaccinali ex Bosi, Casa Salute Magliano, Distretto Salario-Mirtense – vaccino Pfizer.

Fino ad oggi sono stati vaccinati circa 2 mila operatori under 55 (tale classe di età è stata recentemente integrata con gli under 65), della Scuola, Forze dell’Ordine, Medici liberi professionisti, sanitari iscritti agli Ordini professionali (le liste ci sono state fornite dalla Regione), studenti in tirocinio e specializzandi (centro vaccinale Distretto Rieti 1 – vaccino AstraZeneca).

Dal 1 marzo, grazie alla collaborazione dei Medici di famiglia, è stata avviata la vaccinazione di tutti gli under 65.

Sempre dal 1 marzo è stata avviata, ogni lunedì, la vaccinazione degli estremamente vulnerabili e fragili per patologie, come gli oncologici, presso il centro ex Bosi (sono prenotati direttamente dalla struttura ospedaliera/specialista da cui sono seguiti).

Dal 1 marzo è stata avviata la vaccinazione delle persone over 80 non autosufficienti che si sono prenotate al numero 800.118.800. Al momento le persone prenotate sono 1.480 e circa 350 le persone già vaccinate.

Dal 4 marzo, sempre sul link prenotavaccino-covid.regione.lazio.it si possono prenotare i soggetti vulnerabili che sono in possesso delle seguenti esenzioni:

  • Fibrosi Polmonare idiopatica RHG010 Fibrosi polmonare idiopatica
  • Sclerosi Polmonare Amiotrofica RF0100 Sclerosi Laterale Amiotrofica
  • Sclerosi Multipla 046.340 Sclerosi multipla
  • Miastenia Gravis RFG101 Miastenia gravis
  • Miastenia Gravis RF0180 Polineuropatia cronica infiammatoria demielinizzante
  • Miastenia Gravis RF0181 Neuropatia motoria multifocale
  • Miastenia Gravis RF0182  Sindrome di Lewis-Summer
  • Patologie neurologiche disimmuni RF0183 Sindrome di Guillan Barrè
  • Fibrosi cistica 018.277.0 Fibrosi cistica
  • Fibrosi cistica 008.571.2 Cirrosi epatica alcolica
  • Fibrosi cistica 018.571.5 Cirrosi epatica senza menzione di alcol
  • Pazienti con diagnosi di Cirrosi epatica 008.571.6 Cirrosi biliare
  • Pazienti affetti da talassemia RDG010 Talassemie
  • Sindrome di down 065.758.0 Sindrome di down

Da oggi al via le prenotazioni per le classi di età 78 e 79 anni (classe età 1943 e 1942) sempre attraverso il link prenotavaccino-covid.regione.lazio.it.

Da sabato si inizierà a vaccinare anche i pazienti affetti da gravi patologie in carico al servizio di assistenza domiciliare integrata aziendale, come i pazienti affetti da SLA e i caregiver (genitori o persone che si prendono cura dei loro cari).

Dall’ultimo aggiornamento, le dosi di vaccino somministrate hanno raggiunto quota 13 mila (13.011), mentre le prenotazioni hanno superato quota 15 mila (15.005).

Rispondi