Arte, Rieti

Gli artisti de «La Schola» di Franco Bellardi in mostra a Cuba

Il Maestro Franco Bellardi, nativo di Reggio Emilia, si considera ormai reatino d’adozione.

Era il 1946 quando si trasferì nelle nostre zone mostrando da subito un particolare interesse per il disegno, tanto che le piccole composizioni colorate costituivano il suo divertimento preferito.

I «modi» figurativi di Bellardi si evidenziano, soprattutto dal 1994, con accenti espressi talvolta con vitalità espressionistica, talaltra con misurate tonalità, mostrando sempre un personalissimo linguaggio e un’originalità tutta particolare nella elaborazione formale dei «temi».

Spesso abbandona le tele per preferire opere su carta: acquerelli, matite colorate, acqueforti, tempere all’uovo, allestendo anche mostre unicamente con opere su carta.

Nel 1995 promuove e dirige nella città di Rieti un centro, «La Schola», per la ricerca e la preparazione nel campo della pittura, della ceramica e della calcografia, con notevole partecipazione di allievi e artisti.

Oggi, il Maestro Bellardi si muove con disinvoltura tra i generi artistici più disparati, e le sue attività organizzative e relazionali portano frutti anche oltreoceano. Sbarcato a Cuba per curare la sua asma circa dieci anni fa, oggi i rapporti con le realtà culturali dell’isola si sono fatti più stretti e fattivi.

Per tutto il mese di dicembre, cinquanta opere degli artisti de La Schola, tra tempere, acquerelli e acqueforti, sono state esposte nella Casa de Artistas Creadores del Centro Habana, nel pieno centro della Capitale.

Grande il riscontro di pubblico e curiosità per gli artisti italiani, al punto che nel 2018 lo scambio proseguirà con una mostra di artisti cubani a Rieti, con grande soddisfazione da parte del Maestro Bellardi: «abbiamo vissuto questo scambio di esperienze artistiche come un premio per la nostra lunga attività espositiva e creativa, è l’inizio di una piacevole reciproca e feconda amicizia e di una sempre maggiore conoscenza dei diversi modi linguistici per artisti territorialmente lontani ma vicini nell’intendere il modo di vivere»

. Entusiasta dell’iniziativa anche l’assessore alla cultura del Comune di Rieti Gianfranco Formichetti: «la realizzazione della Schola nella nostra città ha rappresentato un prezioso esempio di capacità intellettuali oltre che manageriali. Franco Bellardi non è solo un grande artista, sa anche impegnarsi con passione per realizzare importanti eventi. Non è un caso infatti, che sia avvenuta questa bella trasferta nella sua amata Cuba, significativo esempio delle sue capacità relazionali e organizzative. Siamo orgogliosi che la nostra comunità sia rappresentata dal suo nucleo di artisti».

Previous ArticleNext Article

Rispondi