Regione Lazio

“Vivi i parchi del Lazio” fa tappa ad Antuni

“Il magico “paese fantasma” di Antuni ospiterà mercoledì 19 agosto, nel contesto naturale della Riserva Regionale Monte Navegna e Monte Cervia, il terzo appuntamento della rassegna gratuita “VIVI I PARCHI DEL LAZIO. SUONI DI-VINI TRA LE RADICI DELLA NOSTRA REGIONE"

“Il magico “paese fantasma” di Antuni ospiterà mercoledì 19 agosto, nello straordinario contesto naturale della Riserva Regionale Monte Navegna e Monte Cervia, in provincia di Rieti, il terzo appuntamento della rassegna gratuita “VIVI I PARCHI DEL LAZIO. SUONI DI-VINI TRA LE RADICI DELLA NOSTRA REGIONE”.

Un viaggio enologico-musicale nei Parchi regionali del Lazio, organizzato dall’Assessorato Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali con la Direzione Regionale Capitale Naturale, Parchi e Aree Protette, in collaborazione con AIS Lazio – Associazione Italiana Sommelier. Ad Antuni, luogo incredibile senza tempo, si può accedere solo a piedi ma la salita (circa 600 m) avverrà rigorosamente sotto la guida attenta dei guardiaparchi regionali.

Il programma prevede un momento di incontro con produttori locali di vino a cura dell’AIS Lazio – Associazione Italiana Sommelier.

A seguire il concerto sotto le stelle “La Musica ferma il tempo. Un itinerario musicale in un luogo eterno” con le magiche note del violoncello di Roberto Boarini e del violino di Eleonora Giosuè, con la direzione artistica di Matteo D’Agostino e la comunicazione di Leeloo Srl – informazione e comunicazione.

L’appuntamento è alle ore 18.45 presso il PIT (Punto Informazione Turistico) in via Turanense a Castel di Tora. Si raccomanda di indossare scarpe comode per la salita sul monte Antuni (15 minuti).

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE: Per ragioni di sicurezza sanitaria, massimo 50 persone, nel rispetto delle norme anticovid sul distanziamento sociale. Per partecipare all’evento gratuito la prenotazione è obbligatoria al link: https://tinyurl.com/borgodiantuni sul sito www.parchilazio.it”.

Lo comunica in una nota l’Assessorato Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio.

Rispondi