UGL a Sebastiani: su ASM Rieti polemiche autopromozionali

Marco Palmerini

«Non è più il periodo dei “messaggi promozionali”, riteniamo fuori luogo i proclami di quei personaggi che strillano alla luna, senza esprimere le proprie proposte o intenzioni». A dichiararlo sono le Segreterie provinciali dell’UGL Trasporti, Igiene Ambiente e Terziario insieme alla Segreteria Generale.

«Le varie dichiarazioni riguardo alle vicende dell’Azienda Servizi Municipali del Consigliere Comunale, Andrea Sebastiani, capogruppo di Rieti che sviluppa, hanno proprio l’aspetto di messaggi autopromozionali oltre che a essere ricche d’inesattezze con dati e contenuti discutibili. Ricordiamo a Sebastiani – continuano Mario Micheli, Ulderico Torelli, Elisabetta Aleandri e Marco Palmeriniche tra i banchi del Consiglio Comunale occupati dall’opposizione, lui è in compagnia di coloro che furono nel 2005 gli artefici della parziale privatizzazione dell’Azienda Servizi Municipali. Questi hanno sempre sostenuto che quella scellerata vendita delle azioni, era un’operazione obbligatoria è necessaria per il rilancio dell’Azienda, contrariamente a quanto sostenuto dall’Ugl che ricorse contro quel provvedimento presso il Tar, alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti, solo quest’ultima si pronuncio dandoci ragione e Sebastiani dovrebbe saperlo bene».

«A Sebastiani e ai suoi colleghi di opposizione – proseguono dall’Ugl – chiediamo di conoscere quali sono le loro idee per tirare fuori l’ASM dallo stato di difficoltà economico, per garantire l’identità pubblica della Società e soprattutto per tutelare i Lavoratori. Insomma, visto che 27 milioni di euro di debiti nei confronti di ASM sono frutto delle passate amministrazioni, anche voi metteteci del Vostro!»

«Confidiamo – concludono i Sindacalisti – in un’opposizione vigile, propositiva e soprattutto capace di assumersi le responsabilità di quanto accaduto nel passato. Noi anni fa avevamo previsto e denunciato quanto sarebbe accaduto, come sempre il tempo è galantuomo!»

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *