Rieti, Ric Festival, si cerca di coinvolgere il pubblico romano

Questa mattina è stato presentato a Rieti il programma di RIC Regione Invasioni Creative, la rassegna estiva promossa dalla Regione Lazio e da A.T.C.L. Il RIC, che arriva nel capoluogo reatino dopo le tappe di Frosinone e Latina, dal 21 al 27 luglio farà della città un palcoscenico a cielo aperto. Si tratta di un vero e proprio ritorno, a distanza di un anno, quando Rieti aprì per prima le porte alle Invasioni Creative, ospitando il numero zero della rassegna e dando il via a un vero e proprio modello di programmazione culturale da esportare e moltiplicare nel Lazio.

“Non potevamo non tornare a Rieti, con le invasioni creative”, dichiara l’assessore alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, Lidia Ravera, che sottolinea l’importanza di essere a Rieti: “Da questa bellissima città è iniziata, l’anno scorso, l’estate della Regione. La formula è la stessa: consentire all’arte, teatro musica danza, di tracimare, dai luoghi deputati come il magnifico Teatro Comunale Flavio Vespasiano, nelle strade e nelle piazze e nei cortili, coinvolgendo i gruppi e le associazioni locali, travolgendo tutti i cittadini. Una festa della cultura”.

Una festa che quest’anno sperimenta modalità innovative per coinvolgere anche il pubblico romano. Sarà possibile raggiungere Rieti da Roma con un’iniziativa speciale di trasporto che mette a disposizione per il giorno dell’inaugurazione il 21 luglio un pullman che partirà da Piazza Galeno alle ore 19.30 per Rieti per assistere allo spettacolo di Eneide di Krypton un nuovo canto, per la regia di Giancarlo Cauteruccio, in scena alle ore 22 al Teatro Flavio Vespasiano. Il pullman, gratuito e prenotabile fino a esaurimento posti, ripartirà per Roma dopo lo spettacolo. Per info e prenotazioni è attivo il  numero 3398577434 o la mail organizzazione@atcllazio.it

Il RIC, che rientra all’interno di liveinlazio estate 2014, la stagione estiva della regione Lazio, il cui programma è online su visitlazio.com, fa parte dell’impegno più ampio che la Regione Lazio sta portando avanti nei confronti di Rieti e provincia, lavorando con continuità su un territorio vitale e ricco di potenzialità creative. “Abbiamo confermato il nostro sostegno ad alcune delle realtà più rappresentative dello spettacolo dal vivo del reatino – continua Ravera – finanziando il Rieti Danza Festival, storica rassegna del capoluogo reatino, e il Teatro Potlach che porta avanti un progetto di ricerca e sperimentazione teatrale di altissimo valore. Abbiamo destinato fondi inoltre a importanti officine culturali, dal Teatro delle Condizioni Avverse al Gruppo Jobel, a Ondadurto Teatro”.

Un impegno complessivo di 150mila euro al quale si aggiunge il recupero di circa 1,5 milioni di euro per l’intervento straordinario di restauro dei teatri nei Comuni di Leonessa, Poggio Mirteto, Amatrice e non in ultimo Rieti. Grazie a un bando provinciale, la Giunta Zingaretti ha destinato altre risorse alle iniziative di spettacolo dal vivo che corrispondono a 230mila euro per il biennio 2014-2015. In tutto, dall’inizio dell’anno, la provincia di Rieti ha ricevuto 1,8 milioni di euro per il settore dello spettacolo dal vivo.

Rispondi