Ricostruzione

Restyling e nuova sede per la biblioteca di Amatrice

È stata inaugurata nella mattinata di mercoledì 15 maggio la nuova sede della biblioteca digitale di Amatrice: donata da Amazon alla città poco più di un anno fa, la struttura ha trovato una nuova casa, finalmente definitiva, presso il Centro di Formazione Professionale del paese

(da andareoltre.org) È stata inaugurata nella mattinata di mercoledì 15 maggio la nuova sede della biblioteca digitale di Amatrice: donata da Amazon alla città poco più di un anno fa, la struttura ha trovato una nuova casa, finalmente definitiva, presso il Centro di Formazione Professionale del paese, e si è arricchita di ulteriori servizi e dispositivi per offrire ancora più accesso alla lettura e al mondo digitale, incluso uno spazio per i più piccoli.

Nata dal progetto ‘Un eBook per Amatrice’, la Biblioteca era inizialmente costituita da sei moduli di container e posizionata di fronte alla sede del Comune di Amatrice, in attesa di una collocazione definitiva, oggi individuata nello spazio considerato più idoneo, accanto ai plessi scolastici perchè sorpattutto gli studenti possano fruirne al meglio.

Rinnovando il proprio sostegno al progetto nella sua nuova sede, Amazon ha contribuito ad arricchire ulteriormente la Biblioteca e a renderla uno spazio dedicato alla lettura ma anche all’intrattenimento.

Un’intera area del Centro è stata sottoposta a restyling: al suo interno i visitatori troveranno una sala lettura, con libri fisici ma anche in formato digitale, disponibili su E-reader Kindle; una sala per bambini con tappeti morbidi per giocare, libri da leggere e colorare e dispositivi digitali per musica e film.

La sala lettura della nuova biblioteca è stata rinnovata con il supporto di Moto Guzzi World Club, associazione senza scopo di lucro che dal 2002 riunisce i possessori delle Aquile di Mandello appartenenti a qualsiasi epoca, che ha donato libri e nuove scaffalature grazie alla manifestazione fatta a Rieti lo scorso anno.

Infine, con il supporto di Amazon, è stata creata una Lista Desideri (https://amzn.to/2VqIMl5) su Amazon.it attraverso cui i clienti potranno donare uno o più articoli presenti nella lista e contribuire così al sostenegno delle attività e della Biblioteca di Amatrice.

Il sindaco facente funzioni di Amatrice, Filippo Palombini, ha partecipato alla nuova apertura della biblioteca e ha dichiarato: «La biblioteca è sinonimo di conoscenza e di emancipazione civile e sociale. È il luogo dove si trasmette la cultura, di generazione in generazione, di padre in figlio, è il luogo dove si apprezzano le proprie radici e si sviluppa la coscienza del futuro. Per questo sono particolarmente orgoglioso dell’apertura, un anno fa, della nostra biblioteca, tra l’altro con un alto profilo digitale e innovativo. E siamo ancora più lieti oggi di darle una sede definitiva. Definitiva come le radici della nostra città, che non cambiano, che non muoiono, ma vivono e crescono ogni giorno. La comunità amatriciana, d’ora in poi, può contare finalmente su un dono di tutti, per tutti».

Presente anche Chiara De Vecchis, presidente dell’Associazione Italiana Biblioteche Lazio, la quale ha ribadito come l’associazione abbia seguito tutte le vicende riguradanti la biblioteca, «tuttavia vorrei parlare del futuro, non del passato. Queste strutture devono essere fontante e non serbatoi, luoghi da cui attingere ma anche case per potersi ritrovare».

«Siamo felici di rinnovare il nostro supporto ad Amatrice con la donazione di questa nuova biblioteca che trova oggi la sua sede definitiva. Crediamo sia molto importante promuovere la cultura anche attraverso l’accesso alle nuove tecnologie ovunque in Italia. Farlo ad Amatrice, offrendo il nostro supporto per il successo di questo nuovo centro pubblico di aggregazione, è per noi motivo di orgoglio», ha commentato Giorgio Busnelli, Media Director Amazon.it e Amazon.

La biblioteca, ancora in attesa di definitiva catalogazione, è stata allestita grazie alle generose donazioni di volumi da parte di enti pubblici e soggetti privati e sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 14.30 e il martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 16.30.

Rispondi