Prometeo Estra Rieti si aggiudica gara 1 Play Off

Rieti si aggiudica Gara 1 dei quarti di finale Play Off per 95-55 ai danni di una Luiss Roma che ha dovuto piegarsi alla superiorità fisica e tecnica dei giocatori amarantocelesti.

Per la prima gara dei play off, la Npc Rieti ha ospitato l’AIDO di Rieti, Associazione Italiana Donatori di Organi, presieduta dalla professoressa Beatrice Ratti, accompagnata tra gli altri da Jessica Sebastiani, portavoce del gruppo giovanile che ha narrato al pubblico le iniziative di AIDO a pochi minuti dall’inizio della gara.

Dopo la presentazione in campo, in cui i giocatori della Prometeo Estra Rieti sono stati accompagnati dalla formazione Under 15 femminile, mentre quelli della Luiss Roma dagli Under 14, c’è stata la consegna a Nicholas Stanic del premio come “Miglior giocatore della Regular Season”, indetto da Amarantoceleste.it e Mariani Sport e stabilito dalla giuria di giornalisti sportivi che hanno seguito la Prometeo Estra Rieti durante tutto il campionato.

Alle 18.00 in punto gli arbitri fischiano la palla a due.

Comincia in maniera equilibrata la sfida tra NPC e Luiss.

Lo starting five reatino è composto da Stanic, Iannone, Benedusi, Spizzichini e Rosignoli.

Per coach Paccariè entrano Faragalli Serroni, Marzoli, Marcon, Kavaric e Storchi. A rompere il ghiaccio è Rosignoli con due punti, cui risponde la bomba del luissino Marcon, 2 punti di Spizzichini ed un’altra bomba di Marzoli (4-6 a 8:05), ma Iannone porta Rieti in pareggio, Spizzichini segna 8 punti di fila, Iannone infila una tripla e già a 4 minuti dal termine della frazione gli amaranto celesti prendono il largo (17-8 a 4:07). C’è una buona cornice di pubblico e gli Old Fans battono sui tamburi ritmando i cori.

Entra Feliciangeli che realizza subito dalla lunga distanza portando i suoi sul +10 (22-12 a 2:23). Il vantaggio si mantiene costante, l’attacco è fluido, le percentuali di realizzazione sono molto alte ed il primo quarto si chiude 27-17.

Con lo stesso buon ritmo comincia la seconda frazione. Il gioco dei reatini è ben organizzato, i tiri aperti di Iannone (14 punti fin qui) dalla linea bianca, portano Rieti sul +18 (39-21 a 6:17). È’ uno spettacolo veder giocare i nostri stasera che in tutte le azioni riescono a trovare il giusto terminale offensivo.  A questo punto della gara ci sono già sette uomini a referto e tanta energia in campo. Energia per altro inizialmente condivisa dai luissini, tra cui i giovani nazionali Under 20 Feragalli e Marcon. Quando mancano 2:38 il vantaggio è arrivato sul +18 (46-28) ed il periodo finisce 50-33.
All’intervallo lungo le atlete del gruppo agonistico di pattinaggio artistico su rotelle di Veloce Club si esibiscono in un ballo collettivo.
Passano un paio di minuti dalla ripresa ed è Rieti show, con la tripla di Benedusi e la schiacciata di Spizzichini (19 punti fin ora, finirà mvp). È con i liberi di Spizzichini che Rieti approda al +30 (70-40 ad 1:46) e la frazione termina 73-45.
L’ultimo periodo comincia con una stoppata di D’Arrigo su Kavaric. Spizzichini esce dal campo tra gli applausi, con 25 punti all’attivo, di cui 3/3 da tre e 6 rimbalzi.
Con le bombe di Giampaoli e Granato,  la Prometeo Estra vola in un amen sul +38 (83-47 a 6:57). Anche Ponziani si iscrive a referto con gli 8 punti realizzati nell’ultima frazione. Manca solo D’Arrigo che comunque sta facendo vedere belle cose.

La partita termina qualche istante prima della sirena per 95-55, con i giocatori in campo che si scambiano i saluti ed il pubblico in festa.

I risultati degli altri campi dove si giocano i play off dicono che Eurobasket ha vinto gara 1 a Senigallia con il punteggio di 77-87, Palestrina ha vinto per 83-71 con Giulianova, Montegranaro ha battuto Cassino per 94-67.

“E’ stata un’ottima prestazione da parte della squadra di casa – spiega in conferenza stampa coach Paccariè – mentre la nostra non è stata all’altezza. Non abbiamo fatto quelle due, tre cose che dovevamo fare. Siamo in fase calante. Dobbiamo rendere onore al merito dei reatini contro i quali non abbiamo sofferto solo di un gap tecnico e fisico, ma anche mentale. Ci sono motivazioni molto distanti tra una squadra universitaria che ha raggiunto il suo obiettivo un mese fa, rispetto a Rieti che comincia oggi il suo cammino più importante. Parte del nostro progetto infatti, è anche il rendimento negli esami universitari che si concentrano ora. La paura è che non ci sia più molto da spendere nella stagione sportiva. Il mio lavoro è quello di cercare di tirare fuori quello che ancora si può chiedere a questa squadra che ha condotto una stagione fuori dall’ordinario. Erano 16 anni, infatti, che la Luiss mancava dai play off di serie B”.

“All’inizio abbiamo un po’ sofferto a livello di prontezza fisica –spiega coach Nunzi- poi abbiamo cominciato a far canestro con Iannone e Spizzichini. Abbiamo avuto la capacità di passarci bene la palla e a livello offensivo siamo andati bene tutto il primo tempo.  Ci siamo accesi anche a livello fisico e loro probabilmente si sono demotivati. Dobbiamo essere consapevoli che non abbiamo fatto ancora nulla, abbiamo vinto solo il primo tempo. Il punteggio lascia il tempo che trova perché non ce lo porteremo dietro. Dobbiamo mantenere la concentrazione e lavorare con la stessa intensità per prepararci a Gara 2. Dobbiamo andare a Roma con la stessa motivazione e concentrazione di questa sera e testare quanto i luissini vogliano difendere il sesto posto o se siano già appagati per quello che hanno fatto. Una vittoria di queste proporzioni è figlia di altri fattori che non sono solo tecnici. Adesso l’errore più grave sarebbe specchiarsi in questa gara, invece bisogna resettare tutto e giocare a Roma fin dal primo istante come stasera.

È iniziato un altro campionato dove conta essere pronti a livello fisico e mentale. A livello tecnico non si cambia più nulla. Di questa partita salvo il fatto che siamo rimasti con la testa sul campo tutto il tempo, il che significa che siamo pronti.

Anche la gestione delle energie è un fattore importante in questa fase e siamo riusciti a non spremere tutti i giocatori. Il piano partita prevedeva di coinvolgere tutti i componenti della squadra per farli entrare in clima play off e poi il punteggio della partita ci ha permesso di distribuire meglio il minutaggio”.

Soddisfatto il presidente Cattani che pensa già a Gara 2: “E’ stata una bella partita. Adesso dobbiamo restare concentrati ed andare a replicare questa prestazione a Roma, mercoledì sera. Purtroppo la capienza del Palaluiss è veramente molto limitata. I nostri tifosi potranno seguirci via web: la partita sarà trasmessa in diretta streaming dal nostro canale su www.npcrieti.com”.

Tabellini. Rieti. Iannone 16, Stanic 8, Benedusi 7, Spizzichini 25, Rosignoli 8, Giampaoli 6, Granato 8, Feliciangeli 9, Ponziani 8, D’Arrigo. All. Nunzi. Ass. Matteucci e Rossi.

Luiss. Faragalli Serroni 5, Marzoli 9, Marcon 10, Kavaric 11, Storchi 11, Di Giuseppe 2, Sanguinetti 1, Ramenghi 2, Bouboukas 4, Gorrieri. All. Paccariè. Ass. Fulgaro e Pederzoli.

Rispondi