Plus, presentata la variante al progetto dell’ascensore di Piazza Cesare Battisti

Nel corso di una conferenza stampa, tenutasi questa mattina in Comune, il sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, insieme agli assessori alle Attività produttive e ai Lavori pubblici, Emanuela Pariboni e Alessandro Mezzetti, e al progettista, Arch. Fabio Pitoni, ha fatto il punto sui lavori finanziati nell’ambito del PLUS.

In particolare si è parlato della variante riguardante l’intervento dell’ascensore che dovrà collegare piazza Cesare Battisti a via San Pietro Martire. Come è noto, i ritrovamenti archeologici, particolarmente significati, emersi durante gli scavi condotti nei mesi scorsi a ridosso della Cattedrale, hanno imposto una importante modifica al progetto iniziale. La variante adottata, pur mantenendo la funzionalità originaria dell’intervento, permetterà di valorizzare i ritrovamenti facendoli convivere con il resto delle nuove strutture in costruzione.

Il nuovo progetto dell’Arch. Pitoni prevede la realizzazione di una sorta di “Antiquarium”, cioè uno spazio espositivo che metterà in luce i ritrovamenti e ingloberà al suo interno il vano ascensore e il passaggio pedonale. Lo scavo sarà coperto da un’innovativa struttura in cavi d’acciaio e vetro che permetterà, anche dal belvedere di piazza Cesare Battisti, la visione dei resti murari e del grande banco di travertino lavorato che ne occupa il centro. Allo stesso modo, entrando da via San Pietro Martire, ci si vedrà proiettati in uno spazio che comunica un diverso status urbano ed emozionale, una scena in cui gli elementi archeologici emersi dagli scavi dialogano con un contemporaneo sistema di trasporto, trasparente e visivamente leggero.

Gli altri interventi previsti nell’ambito del Plus sono tutti in dirittura d’arrivo. Entro fine anno sarà liberato dal cantiere largo Mariano Vittori, ad eccezione dell’area intorno alla statua di S. Francesco che richiederà alcuni giorni per essere definitivamente completata. E’ in corso la piantumatura di alberi e aiuole in piazza Cesare Battisti. Nell’arco di un paio di settimane sarà ultima anche via Cintia, i sottoservizi urbani sono stati completati e la posa della nuova pavimentazione procede rapidamente verso l’arco di Bonifacio. In via San Pietro Martire nascerà una nuova piazza con una zona verde e nuovi arredi proprio di fronte all’ingresso dell’ascensore in costruzione. In piazza Vittorio Emanuele II sarà conclusa in questi giorni l’installazione di tutte le panchine e dei cestini. Lavori in dirittura d’arrivo anche nell’ex Convento di S. Lucia dove sorgerà, oltre un splendido giardino, anche una grande aree destinata ad iniziative pubbliche e spettacoli dal vivo.

“Abbiamo investito 8 milioni di euro per rendere la nostra città più bella e attraente, più moderna e accessibile, più vivibile e accogliente. Dopo un anno di lavori – dichiara il sindaco Simone Petrangeli – le tre piazze principali del centro storico della città risplendono nella loro bellezza e sono diventate un autentico salotto, libero dalle auto e luogo adatto alle migliori iniziative culturali, artistiche e di intrattenimento. L’ottima qualità dell’opera realizzata dall’Amministrazione comunale è sotto gli occhi di tutti e ci restituisce una città migliore e più bella. Non abbiamo fatto però solo questo: abbiamo destinato e interamente erogato alle piccole e medie imprese del centro storico 700 mila euro di contributi per finanziare investimenti e diverse nuove attività sono nate grazie alla scelta di aiutare l’economica cittadina. Tra pochissimi giorni, in centro storico, sarà possibile collegarsi alla rete internet gratuitamente, grazie a una serie di hotspot che abbiamo installato, e sarà attivata la videosorveglianza intelligente in oltre 20 punti. E’ in dirittura d’arrivo il portale dei servizi al cittadino e ai turisti e la realtà aumentata che consentirà a chi visita la nostra città di conoscere la nostra storia e le nostre bellezze grazie a tecnologie all’avanguardia”.

Scarica le slides illustrative sullo stato dei lavori

Foto di Massimo Renzi.


Rispondi