Scuola

Parte all’Istituto comprensivo Pascoli parte il progetto “Mi-Ri-Scopro eroe”

Tornano le iniziative di “Colora l’Arcobaleno Onlus” di Rieti, associazione che ha come mission l'integrazione di bambini e ragazzi con disabilità: dal 1 ottobre alla scuola Pascoli al via il laboratorio di counselling multisetting a mediazione artistica, per bambini e ragazzi dai 9 ai 13 anni

Tornano le iniziative di “Colora l’Arcobaleno Onlus” di Rieti, associazione che ha come mission l’integrazione di bambini e ragazzi con disabilità, il contrasto dell’emarginazione e della discriminazione nonché la percezione della “diversità” come risorsa e non come limite.

A giorni, esattamente il 1° ottobre, presso l’Istituto Comprensivo “Giovanni Pascoli” – sede operativa dell’Associazione gentilmente messa a disposizione dal dirigente scolastico Paola Giagnoli – parte “Mi-Ri-Scopro eroe”, laboratorio di counselling multisetting a mediazione artistica, progetto gratuito che si rivolge a bambini e ragazzi di età fra 9 e i 13 anni.

L’iniziativa sarà condotta da due counsellor della “Scuola Outdoor Setting” di Roma ed avrà la supervisione della referente, psicologa e psicoterapeuta del Polo Multisetting® Infanzia e Adolescenza Emmanuela Paluzzi.

Il laboratorio – riservato ad un gruppo con un minimo di 8 ed un massimo di 12 partecipanti – è rivolto a bambini e ragazzi che presentano difficoltà sul piano relazionale (timidezza, eccessiva sensibilità alla critica, insicurezze, ansia da prestazione, basse competenze assertive) o nella regolazione del proprio comportamento (inibizione o marcata irrequietezza, comportamenti oppositivi, impulsività).

Gli incontri saranno otto, a cadenza settimanale e con durata di 120 minuti. Il percorso proposto nell’ambito di questo interessante ed innovativo progetto è indicato anche per ragazzi con Bisogni Educativi Speciali (BES) e mira a favorire nei partecipanti l’aumento della consapevolezza di sé e della propria autostima attraverso il potenziamento e la riscoperta delle proprie risorse interne.

Il laboratorio, nel contesto protetto del gruppo Counselling, intende favorire l’esplorazione del proprio mondo emotivo e affettivo, con la presa di coscienza preziosa che il “limite” di ognuno può, invece, diventare ricchezza. Un’iniziativa, quella che partirà il 1° ottobre alla “Pascoli”, che fa seguito al progetto felicemente conclusosi lo scorso luglio dal titolo “Non solo musica” e di clownterapia progettato e realizzato da Gabriella Turco con la collaborazione di Leonardo Umena e di Valentina Cesarini.

Oltre a ciò altre importanti iniziative sul territorio, di prossima divulgazione, sono in cantiere da parte della onlus, il cui direttivo – con il presidente Silvia Vari, il vice Alessandra Chiarinelli ed i membri Antonella Pezzotti, Filomena Di Francescangelo, Enza De Angelis ed Elena Zabautranu, – si è recentemente riunito.

Obiettivo prefissato: favorire ancor più l’integrazione e sostenere i soggetti più fragili, con particolare riferimento alla formazione delle giovani coscienze e all’emergere di nuove consapevolezze. Il motto: Piccoli passi insieme perché nessuno è solo.

Rispondi