Papa: non civettate con la mondanità spirituale

Penso spesso alla “stanchezza dei sacerdoti”, e prego per questo, “specialmente quando ad essere stanco sono io”. Nella Basilica Vaticana, durante la messa del Crisma, Papa Francesco ha descritto le varie forme di stanchezza che possono colpire un sacerdote, anzitutto quella “della gente, delle folle”. Per un sacerdote, infatti, quando non “si chiude in ufficio” o non va “in giro con i vetri oscurati”, le storie della propria gente non sono un notiziario, egli partecipa alle gioie e ai dolori di quanti gli sono stati affidati, spezzettando il proprio cuore.

Rispondi