L’Europa in casa

I Campionati Europei Juniores di Atletica Leggera disputati a Rieti visti dall’osservatorio dell’Informagiovani.

Quelli da poco trascorsi sono stati giorni veramente ricchi di iniziative per la città di Rieti. Gli eventi nel capoluogo sono stati davvero molti, ed in alcuni c’è anche lo “zampino” dell’Informagiovani.

Euro Junior 2013

L’evento più importante è stato certamente rappresentato dall’European Athletics Junior Championship Rieti 2013. Per la prima volta Rieti è stata il cuore dell’atletica europea giovanile. Un riconoscimento di fondamentale importanza per tutte le persone che lavorano alla crescita della struttura organizzativa dello stadio Raul Guidobaldi. La preferenza accordata a Rieti per eventi di questo livello, infatti, conferma l’impianto sportivo cittadino tra i migliori in Europa, anche grazie alle condizioni particolarmente favorevoli del vento e della temperatura mite d’estate. Ma a nulla servirebbe una natura benigna se non ci fosse una organizzazione più che adeguata.

Un grande evento

Anche perché i numeri sono stati di tutto rispetto. Lo si è visto durante la sfilata di apertura nel centro storico: 46 le rappresentative europee e oltre 1000 gli atleti partecipanti, di cui 74 italiani, per una indimenticabile quattro giorni.

Una occasione importante

Tanta partecipazione e la presenza delle Tv di tutta Europa sono state un’ottima occasione di promozione territoriale. Non a caso sui pettorali maschili e sugli ostacoli degli europei è stato posto il logo del Cammino di Francesco. Le ripetute inquadrature sono state senz’altro un’ottima vetrina per la Valle Santa. Sui pettorali femminili, invece, c’era il logo di Acea, azienda che ha contribuito all’evento finanziando in parte il nuovo ponte sul Velino.

Una infrastruttura in più

La struttura ciclopedonale, costruita per l’occasione, permette finalmente di passare dalla “Giorlandina” al Guidobaldi in pochi secondi. Secondo qualcuno, al di là dell’aspetto ubanistico, il ponte rappresenta anche una operazione culturale: non più un fiume come confine del centro abitato della Città ma un elemento da attraversare e vivere come cuore pulsante della comunità.

Al Leoni Square

La settimana dedicata all’atletica ha avuto inizio con l’inaugurazione del “Leoni Square”: il “villaggio” allestito sul piazzale Leoni. Durante le varie serate si sono esibite in questo spazio diverse scuole di danza, cover band (Negramaro, Rino Gaetano, Beatles e Queen) e gruppi reatini.

… e lo sport?

Dal lato sportivo la Gran Bretagna vince il medagliere con 9 ori, ma è la Russia la Nazione ad essere salita sul podio più volte: ben 22. L’Italia chiude all’ottavo posto con 8 medaglie, migliorando i risultati del precedente europeo.

Euro Junior, Informagiovani e Web Tv

All’interno del “Leoni Square”, l’ufficio Informagiovani era presente con un suo stand informativo. Lo spazio è servito anche come postazione della nuova “Web TV Informagiovani”. Grazie anche al supporto dell’Officina dell’Arte e dei Mestieri, è stato infatti allestito un piccolo studio per registrare interviste ai personaggi della città e agli atleti italiani e stranieri, con relative traduzioni. Non solo: durante le serate i ragazzi dell’Informagiovani hanno organizzato varie iniziative. La più spiritosa è stata sicuramente la sfida al torneo di biliardino tra Sindaco, Assessori e Consiglieri del Comune di Rieti.

Notte europea e passaggio del testimone.

È stata la notte bianca organizzata nel centro storico dall’Ascom a dare il via all’ultima giornata degli Europei. Dopo le ultime gare e gli eventi al Leoni Square, Rieti ha passato il testimone dello sport giovanile europeo a Eskilstuna una cittadina della Svezia. Ma non senza che un sentito e speciale ringraziamento fosse rivolto ai 410 volontari che hanno dato un decisivo contributo durante tutta la settimana.

a cura di Michela MaddaleniFabio PalmeriniMichela Beccarini

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *