La ZTL non interessa alla politica

La ZTL tiene ancora banco in città. Il Consiglio Comunale con all’ordine del giorno la discussione sulla ZTL ed il centro storico previsto per questa mattina, è saltato per mancanza del numero legale, un fatto per il quale maggioranza e opposizione si rinfacciano le responsabilità.

In un comunicato dei Consiglieri di minoranza, si legge che la diserzione dei Consiglieri di maggioranza è una «decisione discutibile ed assolutamente non condivisa che testimonia l’arroganza di chi non si vuole confrontare con il Consiglio e con la città su di un tema molto importante». Il consigliere comunale del PD Italo Carotti per conto suo fa sapere che è «doveroso stigmatizzare il comportamento, pur legittimo, della maggioranza di centro-destra al Comune di Rieti. A fronte di un ordine del giorno di massimo interesse che aveva ad oggetto temi caldissimi, quali ZTL, Terminillo, Nuovo Statuto e Regolamento del Comune di Rieti, il centro-destra, evidentemente non in grado di trovare una linea comune sulle decisioni da adottare, scappa e fa mancare il numero legale».

Dall’altra parte della barricata, il Sindaco Giuseppe Emili dà la colpa «esclusivamente della minoranza che aveva richiesto la convocazione del consiglio. Al primo appello, alle ore 9, sono risultati presenti 18 consiglieri comunali: ben 5 consiglieri di minoranza (circa il 30 per cento dei componenti l’opposizione, che si ribadisce aveva richiesto la convocazione della seduta) sono risultati assenti», precisando che «in caso di loro presenza, facendo un semplice calcolo aritmetico (18+5=23), la seduta si sarebbe potuta celebrare poiché il numero legale è di 21».

Noi non sappiamo a chi debba essere addebitata la responsabilità, né se il Consiglio di stamattina era più scomodo per la destra o per la sinistra. In entrambe le parti però, pare ci siano persone elette per rappresentare le istanze dei cittadini che stamattina avevano di meglio da fare. Un fatto che ai cittadini conferma l’impressione di una politica molto attenta ai propri equilibri e poco interessata ai problemi concreti della città.


[poll id=”3″]


[poll id=”2″]


 

 

Rispondi