La pace sia con te, vescovo Delio!

Delio Lucarelli

Un augurio forte di pace, quella pace che il tempo natalizio porta con sé come tratto distintivo: l’ha più volte ripetuto, monsignor Delio Lucarelli, nelle celebrazioni svolte nei giorni scorsi. Parlando dalla cattedra di san Probo, il vescovo Delio ha voluto richiamare l’impegno di farsi costruttori di pace, a partire dal «nostro quotidiano», cogliendo l’anelito di pace presente nel mondo e nella nostra realtà locale, ha detto nell’omelia la sera del Te Deum di fine anno. Celebrando i vespri in Duomo la sera del 31 dicembre, il presule ha voluto anche richiamare l’attenzione particolare sui drammi del lavoro che toccano così da vicino il territorio reatino, pensando a quei lavoratori «con la spada di Damocle del licenziamento sulla loro testa».

A tutti, dunque, l’invito a farsi – sulla scia del messaggio del Papa per la giornata mondiale del primo gennaio – operatori di pace, chiedendo a Dio «la forza di offrire elementi di speranza» all’umanità. Anche nella Messa di Natale monsignor Delio aveva incentrato la sua omelia su quel “gloria a Dio e pace agli uomini” cantato dagli angeli, a Betlemme, sottolineando come gli uomini faticano a glorificare Dio e a realizzare la pace annunciata, con «tanta parte del mondo in situazione di conflittualità»: ecco, allora, l’auspicio che la famiglia umana «si incammini verso la casa del Padre» con quella “buona volontà”, con la “benevolenza di Dio” contenuta nell’annuncio angelico del Gloria in excelsis.

Ricambiamo l’augurio di pace formulato dal vescovo augurando a lui pace e benedizione dal Signore, oggi in cui ricorre il 16° anniversario della sua ordinazione episcopale. Nel ricordo di quel 6 gennaio del 1997, in cui dalle mani del beato Giovanni Paolo II, assieme ad altri presuli di varie parti del mondo, il sacerdote di Fano eletto alla cattedra dell’antica sede reatina riceveva la pienezza dell’ordine sacro, l’augurio sincero di essere – come richiama la liturgia dell’Epifania, che ha segnato l’inizio della sua avventura episcopale – un fedele portatore della luce di Cristo che risplende alle genti.

[download id=”244″]

Rispondi