I Capricci di Paganini al Vespasiano con Vincenzo Bolognese

Tutto dedicato al violino, con i Capricci di Paganini che costituiscono una ‘summa’ dell’arte esecutiva di questo strumento, l’ultimo concerto di settembre del Reate Festival. Interprete Vincenzo Bolognese, primo violino dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, già festeggiato artista ospite del Reate Festival. Dall’11 ottobre la seconda parte del Festival, con un concerto nel grande organo pontificio Dom Bedos-Roubo e a seguire altri otto concerti cameristici, sinfonici e organistici fino al 15 novembre.

Foto di Massimo Renzi.

Rispondi