Giornata in onore di S. Agostina Pietrantoni al De Lellis

Con Decreto del 29 aprile 2003, la Congregazione per il Culto Divino ha eletto S. Agostina Pietrantoni “Patrona degli infermieri d’Italia”.

Da quel momento anche gli infermieri hanno la loro Santa Protettrice. Alla Superiora Provinciale delle Suore della Carità di S. Antida Thouret ne ha dato comunicazione il Cardinale Vicario Camillo Ruini che ha scritto: «Auspico che tutti gli operatori del mondo sanitario riconoscano in S. Agostina una figura ispiratrice ed una testimone esemplare per la loro professione. Ricorrendo alla sua intercessione, potranno trovare sostegno ed aiuto nel loro impegno al servizio degli ammalati».

In ricordo di questa proclamazione, il 29 aprile gli Infermieri di Rieti organizzano, unitamente alla Diocesi di Rieti, una solenne Celebrazione Eucaristica presso l’O.G.P. San Camillo De Lellis alle 11.

Officierà S.E .Mons Delio Lucarelli, vescovo di Rieti. Durante la cerimonia prenderanno la parola, per un breve intervento, la Presidente dell’I.P.A.S.V.I. di Rieti ed una Suora delegata dalla Congregazione delle Suore della Carità di S.Antida Thouret.

S. Agostina era nata a Pozzaglia Sabina (Ri) il 27 marzo 1864. All’età di 22 anni fu ammessa nella Congregazione delle Suore della Carità e l’anno successivo, il 13 Agosto1887, divenne suora con il nome di Suora Agostina. Il giorno dopo iniziò la sua opera, come infermiera, presso l’Ospedale Santo Spirito di Roma, dove il 13 novembre 1894, un certo Romanelli, già paziente dell’ospedale, la uccise a pugnalate.

Ricordando il suo martirio, Il 24 novembre del 2014, il reparto di cardiologia dell’ O.G.P. “San Camillo de Lellis” è stato intitolato proprio a S.Agostina ” Protettrice degli Infermieri d’Italia”. Per l’ occasione la Congregazione delle Suore della Carità ha fatto dono all’O.G.P. di Rieti di una reliquia della Santa.

Quello di Rieti è l’unico ospedale d’Italia che abbia un tale privilegio.

E proprio con la benedizione solenne con la reliquia di S. Agostina Pietrantoni, si concluderà la Celebrazione Eucaristica del 29 aprile prossimo.

Rispondi