Giornata della Parola

Dalla Parola letta e ascoltata alla Parola visiva: premiati gli illustratori dell’edizione diocesana del Vangelo

La Giornata della Parola promossa dalla diocesi di Rieti lo scorso sabato, con la lettura pubblica del Vangelo di Matteo a cura del Gruppo Jobel, ha compreso anche un momento dedicato ai giovani

La Giornata della Parola promossa dalla diocesi di Rieti lo scorso sabato, con la lettura pubblica del Vangelo di Matteo a cura del Gruppo Jobel, ha compreso anche un momento dedicato ai giovani che hanno realizzato le illustrazioni del testo per l’edizione diocesana. Sono tutti ragazzi di terza e quarta del Liceo Calcagnadoro, “agganciati” tramite l’insegnante di religione, che li ha guidati a confrontarsi con il testo sacro. Il tentativo di rendere visivamente la Scrittura attraverso il disegno ha portato alla realizzazione delle 14 tavole che corredano il testo curato dal Servizio diocesano per l’Evangelizzazione e la Catechesi. Grafiche realizzate con matita colorata su cartoncini di venti centimetri per lato, originali nel segno, ma didascaliche nell’approccio, che riprendono soprattutto alcune parabole e i momenti della passione e della risurrezione.

A uno degli autori, padre Mariano ha consegnato una simbolica borsa di studio, quale segno della gratitudine della Chiesa per chi ha lavorato impegnandosi durante tutto l’anno. Ad essere stata premiata è la tavola giudicata più originale ed evocativa, capace sopra alle altre di avvicinare al Vangelo gli uomini e le donne del tempo presente. L’esigenza è sempre quella della Chiesa in uscita, capace dell’annuncio. E la produzione di illustrazioni originali per il Vangelo, compiuta anno dopo anno, ribadisce a suo modo che oltre alla Parola scritta c’è la Parola vista: quella che ha attraversato e fatto fiorire la storia dell’arte e che oggi richiede lo sforzo di una nuova elaborazione, pretende l’invenzione di una nuova iconografia, avverte il bisogno di un dialogo con i linguaggi visivi del presente.

 

Rispondi