Cosciotti di tacchino con zucchine

Noto ed apprezzato già nell’Antica Roma e in Grecia, il tacchino scomparve per alcuni secoli per poi riapparire agli inizi del ‘500.  In Europa approdò dopo la scoperta dell’America e ben presto divenne il protagonista delle mense regali.  Questa pregiata carne bianca rappresenta il simbolo della tavola nei giorni di festa, negli Usa è l’immagine simbolo del Giorno del Ringraziamento. Una leggenda popolare, conosciuta come “il mito del tacchino”, sostiene che aiuta a conciliare il sonno perché ricco di una sostanza chiamata triptofano. Questo mito nasce da alcune considerazioni rilasciate dal popolo americano, in relazione agli abbondanti pranzi a base di tacchino imbanditi per il giorno del ringraziamento.

Ingredienti

  • Tacchino 4 kg
  • Rosmarino
  • Aglio
  • Erbe secche macinate per gli arrosti
  • Limone 1
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale
  • Zucchine 3

Procedimento

Lavare i cosciotti di tacchino, asciugare e salare. Fare un trito con l’aglio e i vari aromi e farcire per bene i cosciotti per insaporirli.
Tagliare a meta il limone e spremerlo per bene sulla superficie; mettere i cosciotti in un tegame bene oliato e insaporito con i vari aromi, salare di nuovo la pelle del tacchino e rimettere le varie spezie, girarli anche dall’altra parte e fare lo stesso procedimento, aggiungere il vino bianco, coprirli con la stagnola in modo tale che rimangano umidi e non si secchino, inserirli nel forno già riscaldato a 160 gradi per circa un’oretta.
Quindi lavare bene le zucchine, scolarle e tagliarle in mezze rondelle.  A quasi fine cottura dei cosciotti levare la stagnola e farli diventare croccanti fuori e morbidi dentro al punto giusto, per gli ultimi 20 minuti circa, aggiungere le zucchine già condite e insaporite e ultimare la cottura del tutto.
Tagliarli, metterli in un piatto da portata con le zucchine e servirli insieme alla guarnizione ben caldi.

Rispondi