Azienda Sanitaria Locale

“Accorciamo le Distanze, allunghiamo la Salute” con la Asl di Rieti

Domenica 28 luglio sull’altopiano di Rascino un’iniziativa di sensibilizzazione e screening in collaborazione con la Comunità Montana Salto Cicolano, grazie all’ospitalità di Coldiretti Lazio

“Accorciamo le Distanze, allunghiamo la salute” è lo slogan della nuova iniziata di informazione e prevenzione organizzata dell’Azienda Sanitaria Locale di Rieti domenica 28 luglio dalle ore 10 alle ore 17 presso l’Altopiano di Rascino, nel comune di Fiamignano.

In collaborazione con la Comunità Montana Salto – Cicolano e grazie all’ospitalità della Coldiretti Lazio, l’iniziativa si prefigge di incoraggiare la partecipazione dei cittadini del territorio alle attività di screening, oltre che introdurre concetti di gestione delle cronicità tramite il ricorso a soluzioni tecnologiche che consentano la realizzazione di tele-monitoraggio domiciliare.

Durante la giornata, personale medico ed infermieristico dell’Azienda Sanitaria Locale di Rieti, diffonderà la conoscenza degli obiettivi e delle modalità di realizzazione del progetto “Accorciamo le Distanze” ed eseguirà gratuitamente e senza alcuna prenotazione ECG (Elettrocardiogramma) e Spirometrie; verrà inoltre allestita una postazione per la prenotazione degli screening oncologici (mammografico, cervicale e colon rettale).

L’evento pubblico di sensibilizzazione e screening gratuiti è parte integrante del progetto regionale “Accorciamo le Distanze”, per l’ottimizzazione dell’assistenza sanitaria territoriale e la promozione di un modello di presa in carico e di continuità assistenziale basato sui percorsi diagnostico terapeutici rivolto ai cittadini che abitano in aree con difficoltà di accesso. Un progetto il cui fine ultimo è quello di garantire una migliore offerta sanitaria, nonché la presa in carico da parte di un team professionale, capace di coinvolgere tutti i nodi della rete clinica interessati dalla gestione di uno o più episodi clinico – assistenziali di diagnosi, trattamento e monitoraggio.

Con riferimento ai cittadini che risiedono nelle aree disagiate della nostra provincia, verranno realizzati modelli organizzativi efficienti ed efficaci che consentano di “abbattere” le distanze fisiche, così da creare le condizioni per evitare che il paziente sia costretto a muoversi per ricevere prestazioni che possono essere eseguite sul posto, con rilevanti benefici per la qualità di vita del paziente stesso e risparmio sui costi sostenuti.

Rispondi