Santa Barbara nel Mondo: uno sguardo alla Resistenza

Dopo il significativo episodio romano del 24 novembre, dedicato ai Vigili del Fuoco impegnati nei soccorsi durante il bombardamento sulla Capitale del 1943, e alla figura del Vice Brigadiere dei Vigili del Fuoco Alberto De Iacobis, ucciso dai nazisti il 10 settembre dello stesso anno, le iniziative previste nel cartellone di “Santa Barbara nel Mondo” tornano ad interessare la città di Rieti.

E il calendario è nuovamente costruito su un ideale parallelo tra il martirio per la libertà di fede della Patrona di Rieti e il sacrificio di sé dei tanti che hanno dato la vita per i valori della Resistenza all’oppressione nazifascista.

A partire da lunedì 25 novembre, infatti, una serie di appuntamenti sarà centrata sulla vicenda dei Militari italiani della Divisione Acqui, dissolta dalle forze armate tedesche durante l’eccidio di Cefalonia.


Ricorrono infatti i settant’anni dal tragico episodio, e l’Associazione “Santa Barbara nel Mondo” ha pensato di coinvolgere gli studenti delle scuole medie di primo e secondo grado in un percorso nella memoria. Un significativo tentativo di proporre alle nuove generazioni i valori su cui è stata fondata la Repubblica Italiana.

Il primo incontro è all’Auditorium dei Poveri (Chiesa di S. Giovenale in Via Garibaldi). Lunedì 25 novembre, a partire dalle ore 10, si terrà una conversazione su “La Divisione ‘Acqui’ nelle Isole Ionie e l’eccidio di Cefalonia e Corfù, dopo l’8 settembre 1943”. Uno sguardo alla Resistenza militare che si avvarrà anche del supporto del documentario “Onora il padre”.

La proposta andrà quindi in replica nel pomeriggio alle 16, e poi di nuovo nella mattina di martedì 26 novembre. Sempre il 26, ma alle ore 18, l’Auditorium dei Poveri ospiterà “Lettere da Cefalonia”, performance espressiva del Teatro Alchemico.

Intensa anche la giornata di giovedì 28 novembre: presso l’Auditorium Varrone (Chiesa di Santa Scolastica, via Terenzio Varrone) si terrà un incontro sul tema “La Divisione “Acqui” nelle Isole Ionie e l’eccidio di Cefalonia e Corfù, dopo l’8 settembre 1943. La Resistenza militare” alla presenza di Graziella Bettini, Presidente Nazionale dell’Associazione Divisione “Acqui”.

Verrà nuovamente proiettato il documentario “Onora il padre”, dopo il quale sarà presentato lo studio propedeutico “Lettere da Cefalonia”, curato dal Teatro Alchemico.

Alle 16, presso la Sala Mostre del Palazzo Municipale (Piazza Vittorio Emanuele II) sarà inaugurata la mostra fotografica “La Scelta della Divisione “Acqui” a Cefalonia e Corfù nel settembre 1943” a cura di Orazio Pavignani e la “Mostra divise storiche provenienti dal Museo del 33° Regg.to Artiglieria ‘Acqui’ de L’Aquila”. L’esposizione rimarrà allestita fino al 4 dicembre con orario 10/12.30 – 16.30/19.30.

Alle ore 17.30 sarà la volta del Flavio Vespasiano. Nel teatro comunale si terrà un concerto della Fanfara degli Alpini “Santa Cecilia” di Cittaducale, diretta dal Maestro Giorgio Scopigno. Al concerto parteciperanno anche Giuliano Aguzzi (Baritono), Giada Bruni (Soprano), Felice Di Santo (Baritono), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo Paniconi (Pianoforte).

Nel corso della serata verrà conferito il Premio di Cultura “Come Barbara” al documentario “Onora il padre”. Ritirerà il premio la Graziella Bettini, Presidente Nazionale dell’Associazione Divisione “Acqui”. Parteciperà alla serata anche il Gruppo Majorettes “Shining Stars” di Cittaducale.


Approfondimenti:

Discorso del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi alla commemorazione dei Caduti italiani della Divisione “Acqui”. Cefalonia, 1° marzo 2001

Intervento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Cefalonia, 25 aprile 2007

L’eccidio di Cefalonia su Wikipedia


Il programma completo delle manifestazioni per “Santa Barbara nel Mondo” è disponibile sul sito di«Frontiera».

 

Rispondi