Scuola

“Progetto squeeze”, gli alunni del Luigi di Savoia si fanno valere

Gli allievi del terzo Odontotecnico dell'IIS Luigi di Savoia di Rieti, si aggiudicano il premio speciale di "bioeconomia" bandito da Lazio Innova

Gli allievi del terzo Odontotecnico dell’IIS Luigi di Savoia di Rieti, si aggiudicano il premio speciale di “bioeconomia” bandito da Lazio Innova.

Lazio Innova è un programma della Regione Lazio rivolto alle scuole e ai futuri talenti dell’imprenditoria del territorio. Questo programma si colloca in: “Laboratori di Startupper Tra i Banchi di Scuola”, la competizione della Regione Lazio giunta alla sua quinta edizione che seleziona ogni anno i migliori progetti imprenditoriali degli studenti delle scuole superiori della regione.

La cerimonia finale di premiazione ha avuto luogo giovedì 4 giugno, in forma telematica (quindi in videoconferenza) causa emergenza sanitaria. Gli studenti del dirigente scolastico Maria Rita Pitoni, guidati dal professor Paolo Di Vincenzo – responsabile del percorso di PCTO (alternanza scuola-lavoro) – e coordinati dal professor Daniele Tempesta, hanno fatto nuovamente centro!

Era accaduto già lo scorso anno, ma l’Odontotecnico di via Togliatti – scuola che si colloca tra le eccellenze del nostro territorio – ha saputo ripetersi. «Gli allievi che si sono messi specialmente in luce nella conduzione del “progetto-squeeze” – dice Di Vincenzo – sono Francesco Fantozzi, Chiara Principi, Fernando Costa, Giulia Nobili e Gabriela Riezea. Preme sottolineare l’impegno da questi allievi profuso nella fase di presentazione (pitch) del prodotto».

Ma che cosa è squeeze?

«Si tratta di un oggetto creato con materiali interamente biodegradibili e compostabili, finalizzato alla riduzione dello spreco dei prodotti – asserisce Tempesta – il materiale utilizzato è più propriamente il PLA, un acido polilattico derivato dalla trasformazione degli zuccheri presenti nel mais, nella barbabietola e nella canna da zucchero».

E a che cosa serve?

«Squeeze ha la capacità di spingere verso l’esterno i residui rimanenti all’interno di un qualsiasi tubetto,come quello di dentifricio, di creme o gel – chiarisce Fernando Costa che, nel progetto, ha assunto il ruolo di Amministratore delegato dell’impresa – le forme e i colori di squeeze, due labbra per le bambine ed una macchinina per i bambini, sono stati pensati proprio per attirare l’attenzione dei più piccoli. Cosi i colori che abbiamo utilizzato che sono il verde, il bianco, il rosso ed il blu».

Startupper School Academy ha coinvolto, nel corso di quest’ultima edizione, 121 Istituti e quasi 10mila studenti, con più di 400 incontri di orientamento imprenditoriale. I “Laboratori di Startupper Tra i Banchi di Scuola” si sono tenuti in modalità digitale a seguito dell’emergenza Covid-19 nella rete degli Spazi Attivi regionali. Sono stati assegnati 5 premi, in denaro e servizi, messi a disposizione da Lazio Innova e da importanti partner come Novamont, Biovoices, European Bioeconomy Network, MindSharing e Logica Informatica.

La classe terza Odontotecnico del Savoia di Rieti è andata brillantemente a bersaglio, sbaragliando la nutrita e competitiva concorrenza, per la gioia della preside Pitoni, come dell’intero Istituto Scolastico da questa diretto.

Rispondi